Ciliegie, antiossidanti e antinfiammatorie: 25 al giorno depurano l’organismo

1217

Le ciliegie sono anche fonte di importanti minerali. Particolarmente degna di nota è la presenza del potassio, importante per il controllo della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna.

Le ciliegie e i suoi benefici. Le ciliegie sono un frutto ricco di vitamine, che aiutano a proteggere la vista e contribuiscono al buon funzionamento delle difese immunitarie. Sono inoltre una fonte di sali minerali, come ferro, calcio, magnesio e potassio. Presentano anche oligoelementi importanti, come rame e zinco, che le rendono particolarmente energetiche.

Contengono melatonina naturale, una sostanza che favorisce il sonno; e sono fonte di antiossidanti che aiutano l’organismo a contrastare l’invecchiamento. Le ciliegie hanno importanti proprietà depurative, in quanto aiutano a depurare il fegato e la sua regolare attività. 

Le loro antocianine sono invece potenti antiossidanti e sembrano agire come i farmaci antinfiammatori, bloccando l’attività degli enzimi cicloossigenasi-1 e 2. Per questo si ritiene che il consumo di questi frutti possa essere utile in caso di dolore cronico, come quello associato all’artrite gottosa, alla fibromialgia o a traumi sportivi. Non solo, le proprietà antinfiammatorie delle ciliegie potrebbero aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache. Il potere antiossidante di luteina, zeaxantina e beta-carotene sembra proteggere dai radicali liberi e dalle specie reattive dell’ossigeno, che possono danneggiare cellule e tessuti portando a invecchiamento, cancro e altre malattie.

Si consiglia di mangiare circa 25 ciliegie al giorno, meglio se al mattino, per depurare e disintossicare al meglio l’organismo. Infine, anche la vitamina C e la melatonina sono antiossidanti. Quest’ultima, oltrepassando la barriera ematoencefalica, sembra poter esercitare un effetto lenitivo sul sistema nervoso e aiutare a combattere problemi come il mal di testa e l’insonnia.