Coronavirus: 321 contagi in più, 73,8% in Lombardia

143

Tre nuovi positivi su quattro, quasi il 75%, sono in Lombardia. E’ questo il dato più evidente nel bollettino di oggi diffuso dalla protezione civile, dopo giorni in cui anche in Lombardia la situazione sembrava in flessione come nel resto d’Italia. Il numero assoluto è relativamente più basso, ma resta troppo concentrato in Lombardia per essere rassicurante.

Oggi i morti sono stati 71 di cui 29 in Lombardia: un dato in linea con il numero di ricoverati gravi in terapia intensiva. La Lombardia ha infatti un terzo dei pazienti in terapia intensiva di tutta Italia quindi è normale che la maggior parte delle vittime sia qui. Zero vittime nelle ultime 24 ore in Veneto, Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Marche, Umbria, Molise, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Dei 321 tamponi positivi rilevati oggi, come detto la maggior parte sono in Lombardia, con 237 nuovi positivi (il 73,8% dei nuovi contagi). L’incremento di casi è di 19 casi in Piemonte, 14 in Emilia Romagna, di 17 in Liguria e di 10 nel Lazio. In pratica la Lombardia ha più di 10 volte nuovi casi rispetto alla seconda regione più colpita.

Nessun caso registrato oggi in provincia di Bolzano e in Valle d’Aosta, Friuli V.G., Umbria, Molise, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna. Solo un caso rispettivamente in Trentino, Puglia e Marche