Oms: è raro che un asintomatico trasmetta il virus

41

“È molto raro che una persona asintomatica possa trasmettere il coronavirus”. Sono le parole, destinate a suscitare dibattito, della dottoressa Maria Van Kerkhove, capo del team tecnico anti-Covid-19 dell’Oms, pronunciate ieri durante il briefing dell’agenzia. In passato si è spesso evidenziato il pericolo di contagio portato dalle persone asintomatiche, inconsapevoli di essere infettate dal covid, ma comunque contagiose. Stando a Van Kerkhove tuttavia i dati provenienti dai Paesi che hanno disposto misure avanzate di tracciabilità per il virus mostrano che la trasmissione da parte di persone asintomatiche è rara.

“Bisogna differenziare – ha spiegato – ciò che noi sappiamo, ciò che non sappiamo e ciò che stiamo cercando di capire. Ciò che sappiamo sulla trasmissione di Covid-19 è che gli infetti sviluppano sintomi, ma in una parte di loro questo non avviene. Sappiamo che la maggioranza delle infezioni avviene da qualcuno che ha sintomi ad altre persone attraverso le goccioline di saliva infette. Ma c’è una proporzione di persone che non sviluppa sintomi e non sappiamo ancora quante siano, potrebbero essere dal 6% al 41% della popolazione che si infetta, a seconda delle stime. Sappiamo che alcuni asintomatici possono trasmettere il virus e ciò che dobbiamo chiarire è quanti sono gli asintomatici e quanti di questi trasmettono l’infezione. Ciò che ho detto ieri in conferenza stampa si riferiva a piccoli studi pubblicati”.