Amazzonia, tra incendi e deforestazione il polmone verde del Pianeta scompare

84

L’Amazzonia va in fiamme e il polmone verde del pianeta scompare, con 1.034,4 chilometri quadrati di superficie in allerta di deforestazione a giugno. Un numero che segna un record dal 2015, mentre nel primo semestre i segnali di allerta indicano la devastazione di 3.069,57 chilometri quadrati. In pratica un aumento del 25% rispetto alla prima metà del 2019. I dati sono arrivati tre giorni fa e ora il governo ha deciso di licenziare la coordinatrice generale dell’Osservazione della Terra dell’agenzia spaziale nazionale Inpe, Lubia Vinhas, il cui dipartimento è responsabile del monitoraggio satellitare della foresta pluviale amazzonica.

Che la devastazione del territorio e il licenziamento di Vinhas siano collegati non è certo, visto che l’Inpe ha dichiarato che il cambiamento fa parte di una riorganizzazione interna con cui migliorare le sinergie. Tuttavia, la coincidenza è guardata con sospetto e critiche, mentre le organizzazioni ambientaliste denunciano che potrebbe trattarsi di un’eco del licenziamento del direttore dell’Inpe Ricardo Galvao, avvenuto l’anno scorso.

Il presidente Jair Bolsonaro è fortemente critico nei confronti di ambientalisti e difensori del territorio e delle sue popolazioni indigene ed è da sempre più concentrato sullo sviluppo economico che, per molti, è sinonimo di apertura a miniere e disboscamento illegali. Ma ora anche gli investitori privati dall’estero mettono in guardia il governo: a fine giugno sette società europee (Storebrand, AP7, KLP, DNB Asset Management, Robeco, Nordea Asset Management e LGIM) hanno minacciato di ritirare i loro investimenti dal Brasile – 5 miliardi di dollari circa impiegati nei settori della carne, produzione di cereali e titoli di Stato – se il governo non deciderà di attuare un’agenda più severa sul rispetto dell’ambiente. E già a settembre 2019, 230 investitori avevano firmato una lettera in cui chiedevano un’azione urgente per combattere la devastazione dell’Amazzonia.