Coronavirus in Italia, ultime notizie: 6,5 milioni di lavoratori a rischio

72

Forte rischio di contrarre malattie infettive respiratorie come il Coronavirus per “6,5 milioni di lavoratori”, pari al 28,3% della platea degli occupati. Ed i timori son maggiori per le donne, per gli under35 e per chi è più istruito: il 40,9% dei laureati contro il 27% dei diplomati ed il 20,9% di chi si e’ fermato alla scuola media. Lo calcolano i consulenti del lavoro.

Bar e ristoranti in difficoltà: fatturato dimezzato per un’impresa su tre

Secondo un sondaggio condotto tra circa 300 imprese associate a Fiepet, le attività legate al cibo faticano a riprendersi dopo il lockdown, complice anche il calo di turisti e il fatto che molti lavoratori siano ancora in smartworking. Un’impresa su tre registra un calo di oltre la metà del fatturato e il 21,8% – oltre due attività su dieci – teme la chiusura

Consumi, AGI-Censis: “Crollo nel lockdown ma piace smartworking”

Il coronavirus ha stravolto abitudini e aspettative degli italiani, ed ha soprattutto accentuato la tendenza al pessimismo. I tre quarti degli intervistati dal secondo rapporto AGI-Censis, elaborato nell’ambito del progetto “Italia sotto sforzo. Diario della transizione 2020”, sono convinti che la crisi economica causata dall’epidemia sarà più grave della recessione del 2008 e della crisi del debito sovrano. Ma nel corso dell’epidemia gli acquisti online sono decollati e i lavoratori hanno scoperto i benefici dello smartworking, al punto che oltre la metà – il 60,4% – preferirebbe continuare a lavorare da casa.