Miele, ottimo rimedio contro caldo, stanchezza e disidratazione

323

Per prevenire la disidratazione è indispensabile bere molto e consumare alimenti ricchi di acqua e ricordare che in determinate circostanze è fondamentale assumere più liquidi del normale, come ad esempio col caldo, quando si fa esercizio fisico, quando si suda eccessivamente, è fondamentale scegliere alimenti ricchi di vitamine, sali minerali, carboidrati ma anche miele, alleato prezioso nella dieta anti-afa.

La voglia di muoversi e di rimettersi in forma in estate aumenta, e i rischi di disidratazione e stanchezza sono  dietro l’angolo. Per prevenirli è fondamentale bere tanta acqua e scegliere alimenti ricchi di vitamine, sali minerali, carboidrati ma anche miele, alleato prezioso nella dieta anti-afa. Il miele, infatti, è un prodotto naturale di grande pregio, che può rivelarsi utile per affrontare lo sforzo fisico anche con il grande caldo. La reidratazione a base d’acqua, o altre bevande, e miele è un’ottima soluzione per fronteggiare le perdite di fluidi, energia e di alcuni micronutrienti. Grazie alla sua composizione nutrizionale e alla sua digeribilità.

Il miele fornisce in circa 304 calorie ogni 100 g, con 80,3 grammi di carboidrati disponibili, per la quasi totalità composti da fruttosio e glucosio. Apporta sostanze importanti e necessarie per l’organismo (vitamine, sali minerali, oligoelementi, zuccheri e amminoacidi). Inoltre, ha un’azione protettiva e disintossicante per le sue proprietà antisettiche, che preserveranno da aggressioni e sviluppi batterici. 

Vediamo adesso qual è il menù più adatto per l’estate e quali sono i consigli da seguire per contrastare le conseguenze del grande caldo. Prima di tutto è bene idratarsi in modo corretto e mantenere il proprio organismo nel giusto equilibrio idrico. Infatti, una corretta idratazione è sempre consigliata, indipendentemente dallʼattività fisica svolta nel quotidiano, ma è necessaria soprattutto durante il periodo estivo perché acqua e sali minerali devono essere costantemente reintegrati, bevendo piccoli sorsi d’acqua durante la sessione sportiva (ogni 15-20minuti) e assumendo al termine di questa una quantità di liquidi pari almeno al 125- 150% della variazione di peso prodotta durante la seduta di lavoro muscolare, oltre ai due litri di acqua al giorno necessari a prescindere dalla pratica sportiva”.

L’alimentazione corretta col caldo è a base di tanta frutta e verdura fresche, che sono ricche di acqua, vitamine e sali minerali come, per esempio, potassio e magnesio, che servono a sconfiggere il senso di spossatezza che il caldo può produrre.

“È importante anche seguire la stagionalità e la natura ci viene incontro in questo periodo: la frutta estiva è più acquosa rispetto a quella delle altre stagioni. Carote, albicocche, melone giallo, pesche, pomodori, peperoni, lattuga, radicchio sono una buona fonte di provitamina A, che protegge la pelle dallo stress dei raggi solari e facilita l’abbronzatura”, spiega la dietista. In particolare a pranzo si può mangiare del formaggio fresco, uova, tofu o anche del tonno, o ancor meglio carni bianche o pesce alla griglia. Perfette, soprattutto per cena, sono le insalate di pasta, riso oppure orzo e farro con l’aggiunta di verdure e legumi. Lo yogurt, insieme alla frutta, può diventare un ottimo spuntino tra un pasto e l’altro.