Facebook avvertirà su fonte e data delle notizie riguardo il Covid-19

41

Facebook mostrerà un avviso, tramite un apposito pop-up, agli utenti che stanno per condividere notizie relative al Covid-19. L’obiettivo è mettere ben in evidenza la fonte e la data della pubblicazione. La novità – che è in fase di rilascio su scala globale – era stata preannunciata a giugno scorso ed è volta a “dare agli utenti le informazioni di cui hanno bisogno per prendere decisioni informate in merito a cosa condividere su Facebook, specialmente quando si tratta di contenuti sul coronavirus” spiega la società in un comunicato, precisando che l’avviso non comparirà quando si condividono notizie delle autorità sanitarie governative e di organizzazioni riconosciute come attendibili. Ad esempio, l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms).

Il nuovo avviso di Facebook

Quando un utente del social network di Mark Zuckerberg si appresta a condividere un link con una news che parla del coronavirus vedrà comparire una finestra che offre informazioni su quel determinato post. Le persone verranno quindi messe a conoscenza del media o della fonte che l’ha pubblicata, la sua data di registrazione sul social, il mese e l’anno della sua prima condivisione, inoltre rimanda al centro informativo sul Coronavirus di Facebook, che da mesi raccoglie news in materia. A fine giugno la piattaforma aveva lanciato una funzione simile per evitare che venissero ri-condivisi articoli più vecchi di tre mesi senza che le persone fossero a conoscenza della data della prima pubblicazione.

“Vogliamo assicurarci che le persone abbiano il contesto di cui necessitano – riporta il comunicato – per prendere decisioni informate su cosa condividere su Facebook, soprattutto quando si tratta di contenuti sul Covid-19. Stiamo iniziando a diffondere su scala globale una schermata di notifica per dare alla gente più informazioni possibili sui link relativi al coronavirus”. “Finora abbiamo visto buoni risultati – commenta David Gillis – speriamo che questa nuova funzione aiuti le persone ad avere informazioni di qualità su un argomento che è in rapida evoluzione”.