Fare Verde Versilia, lancia l’iniziativa “Spiaggia si…cura e pulita”

94

Nel mondo odierno, non possiamo assolutamente permetterci di non effettuare un certo tipo di gesti. Parliamo di quelli che includono, nella oro esistenza, il rispetto di Madre Natura che ci circonda con le sue creature. Per troppi anni, infatti, fin dalla rivoluzione industriale, la nostra specie ha dimenticato che la Terra deve essere annoverata tra le priorità da tutelare e non và bistrattata.

Lo smog, lo scioglimento dei ghiacciai e l’aumento dei periodi di siccità, sono solamente alcuni esempi delle tragiche conseguenze che i nostri abusi provocano al  Pianeta che ci ospita. Negli ultimi anni molti hanno finalmente compreso di aver assolutamente esagerato con l’utilizzo dei materiali plastici. Questo derivato del petrolio, infatti, non solo ha aumentato il rischio di esaurimento dell’oro nero, ma non è stato smaltito nella maniera giusta.

Per contribuire a liberare Madre Natura dall’invasione della plastica sulle spiagge della Versilia, Fare Verde, con la sua Presidente Provinciale, Anna Silvestro, ha lanciato l’iniziativa “Spiagge si…cure e pulite“, legata all’interesse e alla responsabilizzazione dei cittadini, anche attraverso la bellezza dell’arte, con un messaggio di tutela ambientale che attiri adulti e bambini, in una divertente ed utile gara basata sulla raccolta di oggetti e rifiuti, anche differenziandoli, presenti sulle  spiagge della Versilia, per renderle più belle e vivibili tutto l’anno.

Inoltre Fare Verde si propone di interpellare e coinvolgere i maestri cartapestai viareggini o di Pietrasanta, sì da realizzare delle opere d’arte sulla spiaggia ecocompatibili con l’ambiente, in carta pesta e gesso o metallo riciclabile ( Landart on the beach ) che rappresentino animali o personaggi della fantasia. Se poi artisti  come l’architetto Lera o altri artisti, locali e internazionali, volessero partecipare alla progettazione e al disegno delle opere in questione, sostenendo l’iniziativa di Fare Verde, il prossimo anno, sulle spiagge della Versilia e non solo, ad accogliere bambini ed adulti, ci potrebbero essere delle vere e proprie opere d’arte, sia per il disegno che per i materiali impiegati, ottimo esempio ripetibile sulle coste italiane e non solo.

Altresì, Fare Verde  organizzerà  un  concorso  o  challenge  sull’argomento,  con  l’opera d’arte riciclosa più fotografata, con  premi messi a disposizione da  sostenitori. Il tutto al fine di sensibilizzare tutta la popolazione, turisti e ospiti sulla corretta raccolta   differenziata…  e  perchè  no, da riproporre anche sulle (poche purtroppo) spiagge libere e/o attrezzate per evidenziare ancora di più, che spetta a ognuno di noi farsi carico di ciò che si porta sulla spiaggia e che lì, non deve rimanere!

Inoltre, ricorrendo all’Art Bonus Fare Verde cercherà di stimolare aziende e fondazioni bancarie a diventare sostenitrici del progetto, finanziando direttamente opere ed installazioni, sì da trasformarle in un veicolo pubblicitario formidabile, attraverso i mezzi di comunicazione, del territorio e della Natura e segno di un rinnovato patto ambientale tra la Natura ed il territorio.

Infine, Fare Verde Versilia creerà un punto informativo vicino alle installazioni sulle spiagge, dove sarà possibile ottenere informazioni su di una corretta raccolta differenziata e sull’ordinanza che prevede in Toscana le spiagge plastic – free.

“Vissuto nell’era del Plastocene, si nutre della plastica abbandonata dagli incivili, ma da solo non può farcela! Ha bisogno di te! Vieni in  Versilia e metti nella sua pancia la plastica che trovi in spiaggia. Così aiuterai i pesci veri del nostro mare“.