Focolaio al Billionaire: altri 52 positivi nel locale di Briatore.

116

Continuano a salire i casi di positività al Covid-19 registrati al Billionaire, il locale di Porto Cervo di proprietà di Flavio Briatore. Come riporta il quotidiano L’Unione Sarda, nella tarda serata di ieri è arrivato l’esito dei tamponi effettuati dall’Ats nei giorni scorsi: gli infetti, individuati soprattutto tra il personale, sono saliti a 52. Le autorità sanitarie confermano quindi la presenza di un focolaio nella struttura, chiusa dal 17 agosto dopo la stretta sulla movida decisa dal governo. Prima sei positivi, poi il numero era salito a 11 e in 50 si erano messi in autoisolamento.

“Il divertimento estivo non ha provocato tutti questi danni“, diceva una settimana fa l’imprenditore, sin da subito schierato in prima linea contro le misure restrittive decise dal governo. Dopo l’approvazione del dpcm sulle discoteche, ha dichiarato all’Adnkronos che, a suo parere, a Roma “volevano trovare un capro espiatorio simbolico e l’hanno trovato nelle discoteche. Come la vedono loro, sembra che questo virus agisca solo di notte e non di giorno. A questo punto – ha aggiunto – speriamo arrivi una Troika e ci levi di mezzo questo governo perché sicuramente andrà solo peggio”.

Critiche indirizzate pure al sindaco di Arzachena, il Comune dove si trova il suo locale, ritenuto colpevole di aver varato ulteriori restrizioni contro la movida. “Un altro grillino contro il turismo”, ha dichiarato Briatore in un video su Instagram. “Piange il cuore vedere un’economia trucidata così da gente che non ha mai fatto un cazzo nella vita”. Immediata la replica del primo cittadino, deciso a imporre musica a volume moderato e stop dopo mezzanotte: “Mi dispiace se dice che non ho mai lavorato, ho anche scaricato le bibite nel suo locale 20 anni fa e mi rendevo conto di come venivamo trattati dai suoi direttori, ma è acqua passata. Faccio il sindaco con orgoglio e cerco di tutelare la mia cittadinanza. Oggi ho comunque incontrato gli imprenditori: lei ha preferito andare a Montecarlo, magari ci confronteremo la prossima stagione”.