Maltempo Alto Adige: esonda l’Isarco

83

L’autostrada del Brennero è chiusa in entrambe le direzioni tra Bolzano Sud e S. Michele per motivi di sicurezza a seguito della piena dell’Adige. In valle Isarco il traffico intenso sull’autostrada e sulla strada statale rende difficile l’istituzione del servizio sostitutivo con autobus. Anche in Bassa Atesina la situazione è critica: vengono effettuati controlli continui per decidere se anche in questa zona è necessaria la chiusura della linea ferroviaria.

Nella città di Chiusa, in Alto Adige, il fiume Isarco è esondato. La Protezione civile ha invitato la popolazione del paese a lasciare le strade e le piazze pubbliche, e a poratarsi nei piani superiori degli edifici. La linea ferroviaria del Brennero è ora chiusa. Nell’abitato di Egna sono state evacuate 320 persone per il rischio di esondazione dell’Adige. Le persone – spiegano i vigili del fuoco – dovrebbero cercare alloggio presso i parenti. La palestra della scuola media di lingua tedesca in via Bolzano è disponibile come alloggio d’emergenza. Le zone evacuate sono gran parte delle vie del centro e la zona artigianale. 

Autostrada del Brennero chiusa tra Bolzano e S. Michele

Disagi per i vacanzieri di rientro dalle montagne dell’Alto Adige. A causa del maltempo e di lavori urgenti, nella mattinata del 30 agosto si è formata una coda di 10 chilometri sulla corsia nord dell’Autostrada del Brennero, tra Bolzano Nord e Chiusa/Val Gardena. Nel pomeriggio la situzione si è aggravata quando l’Adige è straripato a Lana e in Bassa Atesina. Chiuse al traffico per frane ed esondazioni tre statali, quella del Brennero (SS12) presso Campodazzo, l’Alemagna (SS51) tra Dobbiaco e Carbonin presso Landro e la statale della Valle Aurina (SS621) a Predoi. Riaperte le statali statale del Passo Palade (SS238) e della Val Sarentino (SS501).