Meteo: caldo in aumento, afa e picchi di 40 gradi: ecco come proteggersi

151

L’anticiclone sub-tropicale è tornato sull’Italia, una “bomba di caldo” africano che per i prossimi 7 giorni arroventerà il Bel Paese con temperature che potranno toccare e superare i 40°C. L’esteso campo anticiclonico verrà indebolito occosionalmente da aria più fresca in arrivo dall’Atlantico e che provocherà dei temporali pomeridiani. Il team del sito www.iLMeteo.it comunica che per tutta la settimana il sole sarà prevalente su gran parte delle regioni, il cielo sarà sereno o al massimo poco nuvoloso e le temperature continueranno a salire inesorabilmente.

Al Nord i termometri risulteranno più roventi in Emilia (bolognese, ferrarese), in Lombardia (mantovano) e sul Veneto (veronese e rodigino) con punte di 36-37°C. Al Centro, le regioni più calde saranno la Toscana (37-39°C a Firenze) e la Sardegna (fin oltre i 40°C nelle zone interne), ma farà molto caldo anche a Roma, Perugia e sull’ascolano (34-35°C afosi). Al Sud, saranno la Puglia, le coste ioniche della Basilicata e la Sicilia a toccare punte di 37-38°C, anche oltre sulle zone interne dell’isola.

Nel weekend di Ferragosto l’anticiclone continuerà a proteggere l’Italia aumentando addirittura la sua potenza. Sabato 15 il sole sarà prevalente e le temperature molto calde e afose (punte di 43°C su Sardegna e Sicilia interne), domenica 16 qualche temporale in più interesserà l’arco alpino.

Ecco quali misure prendere per proteggersi dal caldo e afa

Bere molto

Una delle cose fondamentali è bere molto per non disidratarsi: 

  • consuma almeno 2 litri di acqua al giorno; 
  • limita l’assunzione di bibite gasate e caffè
  • evita gli alcolici e le bevande troppo fredde.

Mangiare frutta e verdura

L’alimentazione è altrettanto importante:

  • mangia frutta e verdure: contengono acqua e sali minerali. Oltre al consumo tal quale, se preferisci puoi anche berne il succo;
  • fai pasti leggerie più frequenti durante la giornata: saltuariamente un gelato può essere un  ottimo spuntino e puoi anche decidere se farlo in casa.
  • evita cibi ipercalorici, come fritti e carne grasse; 
  • a meno che non te li prescriva il medico, non ricorrere a integratori di sali o vitamine.

Abbigliamento leggero

I vestiti leggeri non bastano:

  • preferisci fibre naturali come cotone e lino; 
  • evita tessuti antitraspiranti
  • abiti sintetici, troppo attillati e scuri possono favorire allergie.

Attento in auto

Presta molta attenzione quando usi l’auto:

  • se la macchina è stata parcheggiata al sole, apri gli sportelli e aspetta il ricambio d’aria prima di entrare;
  • verifica la temperatura dei seggiolini per bambini prima di farli sedere;
  • controlla le condizioni del traffico prima di metterti in viaggio e porta con te una buona scorta di acqua; 
  • regola il climatizzatore di pochi gradi (al massimo cinque) inferiore all’esterno e non indirizza le bocchette direttamente sulla persona.

In casa o in ufficio

In casa e in ufficio (per chi non lavora in smart working) bastano poche precauzioni:

  • per migliorare il clima negli edifici è importante schermare le finestre con tende e veneziane, in particolare quelle rivolte a sud; 
  • apri le finestre al mattino o nei momenti in cui è meno caldo per favorire la ventilazione e il ricambio d’aria;
  • se vuoi acquistare un ventilatore consulta la nostra guida per capire cosa valutare al momento dell’acquisto e soprattutto utilizzalo nel modo corretto, evitando di rivolgerlo direttamente sulla persona;
  • se invece utilizzi un condizionatore, chiudi porte e finestre della stanza, regola il termostato a 26-28° ed evita sbalzi di temperatura con l’esterno superiori a 5-6°. Ricor