Viviana Parisi, spunta un video: Gli investigatori parlando di “interessanti dettagli”

267

Emergono nuovi dettagli su Viviana Parisi, la donna scomparsa con suo figlio Gioele in provincia di Messina dopo un incidente in autostrada, il cui corpo è stato poi ritrovato qualche giorno fa nelle campagne circostanti. Ci sarebbe un video, proveniente da una telecamere di videosorveglianza privata, al vaglio degli inquirenti che indagano sulla morte di Viviana Parisi, 43 anni, la dj trovata morta nelle campagne di Caronia (Messina). Come scrive oggi ‘La Sicilia’ nel filmato si intravede la Opel Corsa della donna a Sant’Agata di Militello proprio nei 22 minuti di ‘buco’ in cui è uscita dal casello autostradale per poi farvi ritorno.

Gli investigatori parlando di “interessanti dettagli” del passaggio dell’auto nel paese. Ma non si conosce il contenuto esatto né se nell’auto si vede il bambino di Viviana, Gioele, di 4 anni, di cui si sono perse le tracce. Non è dato sapere quindi, al momento, se l’importanza attribuita a questo video sia legata al ‘cosa’ si vede o al ‘dove’ è stato ripreso.

Le parole del marito di Viviana

“Io non credo che Viviana sia stata uccisa, ma il suicidio non lo voglio nemmeno immaginare. Forse è stato un incidente o un malore. Quella mattina era tranquilla, anche se nei mesi scorsi aveva avuto dei problemi”. Così in un’intervista al ‘Corriere della Sera’ Daniele Mondello, marito di Viviana. ” Viviana a Messina si era ambientata molto bene e aveva ottimi rapporti anche con i miei parenti, con mia madre e mio padre, i miei fratelli…Lei e Gioele sono la gioia di casa, sono la mia vita – racconta Mondello, anche lui dj -. Ho dentro ora un vuoto terribile. Un vuoto che mi divora. Per favore, se qualcuno ha visto qualcosa, se sa qualcosa, lo imploro, parli”.

Cosa potrebbe essere accaduto? “Non saprei proprio, è successo qualcosa di così lontano dal nostro mondo che non riesco a immaginare nulla – risponde l’uomo -. Penso che potrebbe aver perso l’equilibrio da un’altezza importante o che si sia sentita male. Non credo l’abbiano uccisa. E il suicidio non lo voglio nemmeno immaginare”. Dove immagina invece Gioele? “Il fatto che non sia stato trovato accanto al corpo della mamma mi fa pensare che potrebbe essere stato lasciato in un’altra zona, che non è ancora stata battuta dai gruppi di ricerca. Anche per questa ragione mia sorella e mio fratello oggi sono andati con altri amici a cercarlo in modo autonomo. Io – conclude – non li ho seguiti, non ho la forza”.