Zanzare, ecco come difendersi dalle punture

221

Nell’estate segnata dalla pandemia da Covid-19 gli italiani corrono a informasi di più via web sulle zanzare di cui si contano nel mondo oltre 3.500 specie. “Nonostante questo insetto possa essere vettore di molte malattie e virus, i risultati preliminari di un recente studio italiano, condotto dall’Istituto Superiore di Sanità e dall’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie, escludono la cosiddetta competenza vettoriale della zanzara, ossia la capacità di trasmettere il patogeno tramite la sua puntura, e questo vale sia per la zanzara tigre (Aedes albopictus) sia per la zanzara comune (Culex pipiens)” – ricorda Ester Papa, Technical Manager di Rentokil Initial Italia.

Se vengono avvistate zanzare (o si sente il ronzio), si legge tra i consigli anti-puntura, è meglio indossare abiti di colore chiaro che coprano braccia e gambe, avere cura di chiudere le finestre o utilizzare le zanzariere. Inoltre, è necessario verificare la presenza di acque stagnanti ed altre fonti di umidità in casa o in giardino: Per mitigare la proliferazione delle zanzare attenzione anche, ad esempio, a grondaie, contenitori dei rifiuti e contenitori di scolo dei condizionatori, luoghi ideali per la deposizione delle uova.

Come allontanare le zanzare: tutti i rimedi utili

Vediamo allora quali sono i rimedi naturali più efficaci per allontanare le zanzare dalla nostra casa e dal nostro giardino senza l’utilizzo di insetticidi ma utilizzando metodi casalinghi e fai da te, sicuri ed efficaci.

Il caffè possiede eccezionali capacità repellenti contro le zanzare e possiamo utilizzarlo in diversi modi. Per realizzare il primo rimedio anti-zanzare naturale mettete del caffè all’interno di un piatto, precedentemente ricoperto con carta di alluminio per evitare che si spacchi durante la combustione, aggiungetene un cucchiaino macinato al centro e lasciate bruciare fino a che il rimedio non diffonda il suo aroma in tutto l’ambiente.

Per il giardino potete conservare alcuni fondi di caffè all’interno di un contenitore aperto per poi spargerli nel terreno o nei ristagni d’acqua infestati dalle zanzare. Le sostanze contenute nei fondi di caffè allontaneranno i fastidiosi insetti e elimineranno le larve non ancora sviluppate.

Oli essenziali: le fragranze che le fanno scappare via

Alcuni oli essenziali hanno un odore molto fastidioso per le zanzare che le stordisce. Le fragranze che le fanno scappare sono lavanda, limone, Tea-Tree oil, citronella, olio di Neem , menta piperita, e geranio: li trovate in erboristeria e potete spalmate su gambe e braccia per evitare le fastidiose punture. In questo caso però diluitene qualche goccia in acqua tiepida insieme a qualche scaglia di sapone di Marsiglia, l’unico inconveniente è che l’effetto dura poco e bisogna applicarlo di frequente. In alternativa potete diluire gli oli essenziali in acqua e posizionarli in bottiglie di vetro con degli stecchini in prossimità delle finestre, in particolare l’olio di Neem è capace di distruggere anche le larve.
Piante anti zanzare da mettere su balconi e terrazzi

Anche alcune piante sono un repellente naturale contro le zanzare. Menta, basilico, lavanda sono facili da coltivare e tengono lontani gli insetti grazie al loro odore forte. Anche la catambra è un’ottima pianta anti zanzare: apparentemente senza profumo emana un odore terribile per le zanzare. Ha un larghissimo raggio d’azione, è disponibile in diversi formati ed è l’ideale per proteggere balconi e terrazzi.
Semplici ingredienti per realizzare repellenti efficaci e naturali

Menta e basilico sono prodotti perfetti per allontanare le zanzare e per dare vita ad un repellente per il corpo. Per realizzarlo, bisogna farne bollire qualche mazzetto in acqua per 20 minuti. Una volta filtrato il composto, deve essere messo in frigo e spalmato su gambe e braccia all’occorrenza.

Anche limone e aceto hanno degli odori intensi e sono dunque il rimedio naturale ideale per cacciare le zanzare. Basta mettere in un piatto dell’aceto con qualche fetta di limone per tenerle lontane dalla propria camera.

Un altro rimedio naturale è costituito da cipolla e chiodi di garofano: lasciate sul davanzale o fuori al balcone un piattino con all’interno mezza cipolla e dei chiodi di garofano. La combinazione di odori infastidirà le zanzare tenendole lontane.
Trappola con acqua, zucchero e lievito per cacciarle via all’istante

Contro le zanzare si può creare anche una trappola con prodotti facilmente reperibili. Come prima cosa, bisogna tagliare orizzontalmente una bottiglia di plastica e mettere a scaldare una soluzione di acqua e zucchero per almeno 10 minuti. Una volta raffreddato, il composto deve essere versato nella parte inferiore della bottiglia e subito dopo si deve aggiungere il lievito senza mescolarlo. La reazione chimica produce diossido di carbonio, una sostanza capace di cacciare le zanzare all’istante. Mettendo la parte superiore della bottiglia capovolta come un imbuto nell’altra metà, si farà sì che il diossido di carbonio si concentri solo al centro del contenitore. La trappola deve essere posta in un luogo buio e umido, così da “sorprendere” le zanzare.