Cambio di stagione: Lievito, il giusto alleato per combattere stanchezza, ansia e stress

60

Questo microrganismo di origine naturale risulta essenziale per combattere stanchezza, ansia e stress tipici degli inizi dell’autunno. Lo ricorda welovelievito.it, portale dedicato alla corretta informazione su questo ingrediente, spesso vittima di fake news.

Contro lo stress da cambio stagione, che colpisce molti italiani in questo periodo, il lievito è un alleato prezioso. Grazie alle sue proprietà ricostituenti e antinfiammatorie, infatti, questo microrganismo può fornire energia e sostegno in occasione della “ripartenza” autunnale, che provoca spesso stanchezza, ansia ed un senso generale di malessere.

A spiegarne in dettaglio i benefici, è welovelievito.it, sito web dedicato a questo ingrediente, alla base della nostra cultura alimentare ed essenziale per la produzione di pane, vino e birra. A promuovere questo portale di divulgazione è il Gruppo Lievito da zuccheri di ASSITOL, l’Associazione italiana dell’industria olearia aderente a Confindustria e Federalimentare.

Il lievito per la panificazione, chiamato anche lievito di birra (Saccharomices cerevisiae), è stato il primo probiotico utilizzato dall’uomo, ovvero un microrganismo vivente che “dona”, letteralmente, salute al suo ospite, in questo caso l’uomo. Risultato di un processo del tutto naturale come la fermentazione dello zucchero, è ricco di vitamine del gruppo B,  di proteine e minerali, come il magnesio, il fosforo, il calcio, il potassio e il selenio.

In altre parole, il lievito rappresenta un vero e proprio concentrato di proprietà salutistiche e nutrizionali. In particolare, secondo un approfondito studio dell’Università di Lille, aiuta il benessere del microbiota, vale a dire la flora batterica intestinale, considerata dalla ricerca medica essenziale per la salute di tutto l’organismo, favorendone l’equilibrio.

In pratica, come spiega diffusamente welovelievito.it, la componente vitaminica accelera l’assimilazione dei carboidrati, agevolando la loro trasformazione in energia, mentre i minerali contribuiscono a combattere il senso di spossatezza e affaticamento, tipici degli inizi dell’autunno. A queste due proprietà benefiche, si aggiungono quelle dei betaglucani, sostanze contenute nel lievito stesso, che rafforzano il sistema immunitario.

E’ del tutto infondato, dunque, il luogo comune che vede nel lievito il principale imputato nel gonfiore addominale. Grazie al suo mix di nutrienti, il lievito ha un’azione rigenerante e rinvigorente, che, oltre a stimolare il sistema gastrointestinale, si trasmette a unghie, capelli e pelle. Non a caso, il lievito è utilizzato anche in cosmetica per la sua funzione “anti-age”.

Come integratore, ricorda il sito, si può prendere in capsula, per diverse settimane. Ma il lievito è storicamente l’ingrediente chiave di buona parte della Dieta mediterranea, che si basa sui carboidrati – a partire dal pane, di cui il lievito è l’anima – e sulla loro capacità di fornire apporto energetico facilmente utilizzabile nelle attività quotidiane. Ed è proprio questo genere di alimenti a fornire all’organismo il “carburante” più performante per affrontare i disturbi del cambio di stagione.