Coronavirus, in Africa via libera dell’Oms ai test sulle medicine tradizionali

31

L’Organizzazione mondiale della Sanità ha dato il suo via libera a un protocollo in base al quale sarà possibile testare l’efficacia di prodotti studiati in Africa su alcune specifiche erbe medicinali nel trattamento del Coronavirus e di altri virus. Un via libera, quello dell’Oms, che incoraggia la sperimentazione con la medicina tradizionale con parametri simili a quelli per i vaccini e per i farmaci messi a punto nei laboratori in Asia, Europa ed America.

Non si tratta del primo via libera di questo genere. Alcuni mesi fa, il presidente del Madagascar aveva promosso, come medicina per combattere il Covid, l’uso di una bevanda a base di artemisia, una pianta efficace contro la malaria. In quel caso però la proposta non fu accettata. Questa volta, invece, gli esperti dell’Oms e di altre organizzazioni «hanno espresso il loro sostegno a un protocollo per una fase 3 di sperimentazione di erbe medicinali contro il Covid-19 – si legge in un comunicato – e a linee guida per la creazione di una commissione per il monitoraggio di dati e sicurezza per trial basati su erbe medicinali».

A questo punto, nel caso in cui una pianta in particolare, o un mix di farmaci ottenuti con la medicina tradizionale dovesse rivelarsi «sicuro, efficace e di qualità – ha dichiarato Prosper Tumusiime, un direttore regionale dell’Oms – l’Organizzazione ne raccomanderà la produzione locale rapida e su larga scala».