Coronavirus, Ricciardi:”Rigore per evitare Italia come Parigi”

34
Walter Ricciardi durante la Convention Fiaso 2018 a Palazzo dei Congressi all'Eur, Roma 08 Novembre 2018. ANSA / LUIGI MISTRULLI

“Dobbiamo continuare sulla nostra strada di attenzione e rigore per evitare quello che sta succedendo in Francia, Spagna e Gran Bretagna”. Così all’Adnkronos Salute Walter Ricciardi, docente di Igiene all’Università Cattolica e consulente del ministro della Salute Roberto Speranza per il coronavirus, dopo la notizia che il governo francese ha inserito diverse metropoli, tra cui Parigi, nella cosiddetta lista delle aree ‘super rosse’ o ‘scarlatte’ per la diffusione del coronavirus e i rischi di contagio.

Coronavirus, Parigi diventa ‘zona super rossa’

Il governo francese ha inserito diverse metropoli, tra cui Parigi, nella cosiddetta lista delle ”super rosse” o ”scarlatte’‘ per la diffusione del coronavirus e i rischi di contagio. Lo ha detto una fonte del governo francese citata da France 24. Nella capitale francese l’incidenza del Covid-19 riguarda 204 abitanti ogni centomila. Questa nuova mappatura sulla circolazione del coronavirus, in particolare nelle grandi città della Francia, sarà presentata nei dettagli nel pomeriggio dal ministro della Salute Olivier Veran.

Sarà lui ad annunciare le diverse misure da applicare a seconda delle categorie in cui sono state collocate le città, e che vanno dalla ”rossa” a ”super rossa” e ”scarlatta”. Tra le misure ci potrebbe essere il divieto di vendere alcolici dopo le 20, un numero massimo di dieci persone per le riunioni e la riduzione da cinquemila a mille partecipanti ai grandi raduni. Possibile anche l’entrata in vigore di un divieto di affittare sale per eventi, compresi i matrimoni, come anticipa Le Figaro. Non dovrebbero invece essere prese in considerazioni ulteriori restrizioni per le case di riposo nella regione di Parigi, i trasporti o gli orari di bar e ristoranti.

Intanto, l’epidemia di coronavirus continua a diffondersi in Francia: soltanto ieri, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 10.008 nuovi casi e 68 persone sono decedute. Lo ha reso noto la sanità francese. “Questa crisi impone la cooperazione, impone di inventare nuove soluzioni internazionali, credo nella scienza e la conoscenza, l’umanità vincerà questa pandemia un rimedio sarà trovato”, aveva detto il presidente francese Emmanuel Macron nel suo discorso all’assemblea generale Onu, parlando della pandemia di coronavirus.