Coronavirus, Speranza: “Virus sta ricominciando a circolare in modo significativo”

37

“La situazione epidemiologica” di Covid-19 “in Europa si è significativamente complicata nelle ultime settimane, a partire dall’inizio del mese di agosto. E anche il trend nel nostro Paese, seppure con numeri molto più ridotti” rispetto a quelli di altre nazioni vicine, “è una situazione in cui il virus sta ricominciando a circolare in maniera significativa. Questa è la realtà”. Così il ministro della Salute Roberto Speranza, in audizione in Commissione Igiene e Sanità del Senato sull’individuazione delle priorità nell’utilizzo del Recovery Fund.

Speranza ha parlato di “fase oggettiva di recrudescenza del virus” Sars-Cov-2. Per questo “io penso che l’orizzonte che abbiamo sia ancora un orizzonte di convivenza, di resistenza, da non sottovalutare – ha ammonito – perché l’arrivo di un vaccino sicuro ed efficace, e l’arrivo di farmaci sicuri ed efficaci, credo che richiederanno alcuni mesi nella migliore delle ipotesi. Abbiamo contratti che dicono che alcuni vaccini potrebbero già arrivarci entro la fine dell’anno, ma è chiaro che sono ancora candidati vaccini – ha precisato Speranza – Saranno vaccini veri e propri soltanto quando le autorità” regolatorie “ci avranno dato un responso definitivo”.

Sui test diagnostici per Covid-19 “sono stati fatti numerosi passi in avanti – ha poi osservato – abbiamo ormai numeri importanti sui test antigenici rapidi, che abbiamo usato negli aeroporti e penso possano essere estesi anche ad altri ambiti, come le scuole. E siamo in attesa della validazione dei test salivari”. Su questo fronte, “abbiamo molte più armi di quante ne avevamo a marzo e aprile, fra qualche mese ne avremo ancora di più” ma sempre, ha precisato, “validate dalla scienza”.