Dieta dei fagioli, fai il pieno di proteine, vitamine, minerali, fibre e non ingrassi

140

Nella dieta Mediterranea, così come in quella orientale, i fagioli costituiscono una fonte nutrizionale quasi del tutto insostituibile; sono ricchi di carboidrati, proteine, vitamine, minerali, fibre e altri fattori nutrizionali. Sono facili da coltivare, costano poco, risultano facilissimi da conservare e si prestano a innumerevoli associazioni gastronomiche.

Uniti ai cereali, agli ortaggi, qualche frutto, un po’ di latte e un uovo di tanto in tanto, sono la base per una dieta vegetariana equilibrata; hanno un ruolo essenziale anche nel regime vegano, che tuttavia (in assenza di integrazione) non può mai essere considerato totalmente equilibrato.

Nell’alimentazione onnivora, i fagioli permettono di ridurre al minimo i cibi di origine animale e preservano la totale funzionalità dell’intestino. D’altro canto, alcune diete moderne, oltre a smentire quanto detto finora, reputano che i fagioli e gli altri legumi (ma anche cereali e tuberi) siano alimenti totalmente inutili o addirittura fonti di molecole nutrizionali indesiderate; tra queste spiccano i carboidrati, noti all’interno delle stesse filosofie come nutrienti che fanno ingrassare.

I fagioli fanno ingrassare?

I fagioli non fanno ingrassare, anche se, come per molti altri alimenti, il troppo stroppia. I fagioli crudi freschi apportano 133 kcal/100 g, quelli crudi secchi 291 kcal/100 g, quelli cotti, in scatola, scolati 91 kcal/100 g.

La notevole caloricità dei semi essiccati è tuttavia fuorviante, poiché prima del consumo i fagioli devono essere sottoposti ad ammollo preliminare, con il quale ripristinano la densità energetica del prodotto fresco crudo.

Una volta cotti, tutti i tipi di fagiolo hanno lo stesso valore calorico.

  • Anche per i fagioli esistono precise raccomandazioni di consumo, che interessano la frequenza, tanto quanto la porzione. Questi semi possono essere usati come contorno, lessati ed eventualmente conditi a crudo o stufati, oppure come primo piatto in zuppa brodosa, aggiunti ai minestroni, ai passati, ai risotti, alla pasta, alla polenta ecc.
  • I fagioli, in quanto legumi, possono essere mangiati 2-3 volte alla settimana. La porzione media corrispondente a: 150 g per quelli crudi freschi o congelati (mezzo piatto, una scatoletta piccola sgocciolata), poco più per quelli cotti, 50 g per i fagioli secchi e gli sfarinati (2-3 cucchiai).