Maltempo a Varese, il runner disperso dopo la bomba d’acqua è stato trovato morto

38

È stato trovato morto il runner disperso dal tardo pomeriggio di ieri a Luvinate, a pochi chilometri da Varese. Uscito per fare jogging nel bosco, era stato sorpreso dalla forte ondata di maltempo che ha colpito il Varesotto. Ne dà notizia l’Ansa.  Il corpo senza vita dell’uomo è stato ritrovato venerdì mattina dai vigili del fuoco sul greto di un torrente in una località nei pressi di via San Vito.

L’uomo, 61 anni residente a Barasso, era uscito per andare a correre nel bosco ma non era più rientrato a casa. Probabilmente è stato sorpreso dal forte temporale e potrebbe essere caduto o essere stato travolto dall’acqua. Diverse squadre dei vigili del fuoco e della protezione civile lo cercavano da ieri sera.

Il temporale che si è abbattuto su Suvinate ha creato alluvioni e smottamenti. Il torrente Tinella è straripato, riversando un’ingente quantità di acqua e fango sulle strade del paese. Sette nuclei familiari sono stati evacuati dalle loro abitazioni rimaste isolate. Alcuni hanno trovato ospitalità da parenti e amici, per altri si è attivato il Comune che ha trovato loro una collocazione temporanea. Il sindaco ha deciso la chiusura delle scuole per la giornata di venerdì. Oltre 400 utenze sono rimaste senza corrente elettrica.

Danni per il forte temporale anche in altre zone del Varesotto: a Luino, sul Lago Maggiore, è crollato il controsoffitto di una struttura sportiva.