Maltempo, allerta arancione in 7 regioni d’Italia

33

Da Nord a Sud Italia, è allarme maltempo. Una tromba d’aria si è abbattuta questa notte tra Sturla, San Martino e Quarto, a Genova, mentre un’altra tromba d’aria ha colpito Salerno. È di un morto e almeno sette famiglie evacuate il bilancio della giornata di maltempo che si è abbattuta ieri sulla provincia di Varese, in particolare nel comune di Luvinate. Due persone rimaste intrappolate nella loro abitazione invasa da fango e detriti sono state tratte in salvo dai vigili del fuoco.

Dalle prime ore di questa mattina sono segnalati venti di burrasca, con raffiche di burrasca forte, in prevalenza dai quadranti occidentali su Sardegna, Liguria, Toscana, Emilia-Romagna, Marche, in estensione a Lombardia, Lazio, Umbria, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, e anche su Calabria e Sicilia. Mareggiate sulle coste esposte. Le temperature sono in netto calo a partire dal Nord con ritorno della neve sulle Alpi sui 1100-1500 metri. Il maltempo durerà per tutto il fine settimana. Scuole chiuse a Napoli, Orbetello e Livorno.

Tromba d’aria a Genova e Salerno

Una tromba d’aria si è abbattuta questa notte tra Sturla, San Martino e Quarto, a Genova. Sono stati segnalati alberi e grondaie crollate, vetri rotti, motorini a terra, cartelli stradali e di attività commerciali divelti dalla forza del vento. Decine le chiamate ai vigili del fuoco per vari interventi, soprattutto nel levante. I pompieri hanno lavorato senza sosta dall’una circa fino alle ore 6 del mattino. Un incendio è divampato nei locali della ex centrale a carbone sotto la Lanterna.

Una tromba d’aria si è abbattuta questa mattina anche a Salerno, provocando ingenti danni soprattutto nel quartiere Torrione, zona orientale della città. Decine di alberi sono stati sradicati dalla furia del vortice che, dopo essersi formato in mare, si è spostato verso terra. Ingenti i danni provocati sia agli arredi dei locali che alle abitazioni e alle auto parcheggiate in strada o quelle che erano in transito. In frantumi anche il vetro della porta di un bus che è stato colpito da un oggetto trasportato dal vento. Disagi anche alla viabilità a causa della chiusura di alcune strade che danno accesso al centro cittadino. Grande lavoro per gli agenti della polizia locale e per i vigili del fuoco. Il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, ha effettuato un sopralluogo nelle zone maggiormente colpite dal maltempo.

Prima neve in Piemonte, imbiancata Sestriere

Prime nevicate sulle Alpi Piemontesi e, in particolare, sulle Alte Valli di confine fino ai 1.700-2.000 metri. Imbiancata Sestriere, la neve ha raggiunto anche Prali. È l’effetto dell’aria fredda che si sta riversando sulla pianura Padana, sotto forma di venti di Fohn, associata ai fronti nuvolosi in arrivo sulla regione. Secondo le previsioni di Centro Meteo Piemonte, i fiocchi di neve si spingeranno nelle prossime ore fino ai 1.000-1.400 metri sui settori di confine nord-occidentali del Piemonte, con spolverate possibili su alte valli verso la Francia e fiocchi più abbondanti sopra i 1.500-2.000 metri. Previsti accumuli nell’ordine dei 5-10 centimetri; i fenomeni risulteranno decisamente più abbondanti sui versanti alpini esteri francesi e sulla Svizzera.