Melograno e dieta, ecco 10 benefici per la nostra salute

83

La melagrana è una buona fonte di fibre solubili e insolubili, utili per una buona digestione e per proteggere la salute dell’intestino. Al frutto del melograno sono inoltre associati benefici in termini di riduzione del peso, di controllo del colesterolo, di miglioramento delle difese immunitarie e della circolazione e di protezione dai tumori (in particolare da quello alla prostata e dai linfomi). Il suo consumo regolare è stato inoltre associato a benefici contro l’iperplasia prostatica benigna e il diabete. L’assunzione di ellagitannini come la granatina B e la punicalagina presenti nel succo di melagrana può ridurre il rischio cardiovascolare contrastando l’azione dei radicali liberi.

Una delle leggende a riguardo narra che il melograno fu un prodigio di Madre Natura, dalla quale tutto ebbe origine e nella quale tutto finirà. Numerose culture antiche – greche, ebraiche, cristiane e babilonesi – attirate dal particolarissimo frutto, lo reputavano un vero e proprio miracolo, quasi una testimonianza terrena delle entità superiori. Tali credenze furono ancor più rafforzate dall’evidente tenacità e sopravvivenza della pianta alle ostilità. Ippocrate, padre della Medicina, valutò il frutto di melograno nei suoi studi, elogiandone le virtù medicamentose, approfondite realmente solo dalla Scienza Ufficiale contemporanea.

Melograno nella dieta

I frutti di melograno si prestano alla maggior parte dei regimi alimentari. Tutte le persone sane possono consumare melograno nelle porzioni e con frequenza consigliate per la frutta fresca.

Ovviamente, fanno eccezione le persone obese o malate. Il melograno, pur non contenendo livelli eccessivi di calorie, va comunque limitato – soprattutto in forma di succo o spremuta – nella dieta contro l’obesità. Non solo, apportando prevalentemente fruttosio, troppo melograno potrebbe nuocere a chi soffre di diabete mellito tipo 2 e ipertrigliceridemia. D’altro canto, questo alimento è anche ricco di polifenoli e vitamine antiossidanti, ragion per cui può rappresentare un buon alleato contro lo stress ossidativo e nella terapia nutrizionale.

La presenza di fibre contribuisce a prevenire e curare la stipsi, oltre a modulare l’assorbimento intestinale – riduzione dell’assorbimento dei grassi, rallentamento della captazione degli zuccheri – e migliorare il senso di pienezza gastrica – in merito a quest’ultimo, è anche necessario ricordare che il fruttosio rappresenta il glucide meno efficacie nello stimolo metabolico di sazietà. Non dimentichiamo che la stitichezza è correlata ad un maggior rischio di insorgenza di: emorroidi, ragadi anali, prolasso anale, diverticolosi, diverticolite e tumore all’intestino crasso.

Non ha controindicazioni per la celiachia, per l’intolleranza al lattosio e all’istamina – non è nemmeno istaminoliberatore.

E’ un ottima fonte di acqua e potassio – minerale alcalinizzante coinvolto nell’eccitabilità muscolare, con funzione modulatoria sulla pressione sanguigna – la melagrana è consigliata nella dieta di chi perde molti liquidi, soprattutto in condizioni di attività motoria elevata. È quindi il caso di sportivi ed atleti, ma anche dei soggetti a rischio di disidratazione – come gli anziani.

Ecco un’elenco di alcuni benefici della melagrana sulla nostra salute

  1. Effetto anti-età: i melograni sono ricchi di antiossidanti e presentano un alto livello di assorbimento dei radicali liberi.
  2. Protezione dei reni: l’estratto di melagrana contribuisce a migliorare la salute dei reni. In particolare il melograno conterrebbe delle sostanze in grado di proteggere i nostri reni dalle tossine.
  3. Migliora la salute del fegato: il succo di melegrana sembra essere in grado di proteggere il fegato.
  4. Sistema immunitario: la melagrana si rivela benefico per il nostro sistema immunitario per via del suo elevato contenuto vitaminico, con particolare riferimento alla vitamina C, indispensabile nel periodo autunnale e invernale dell’anno per proteggerci da malanni come l’influenza e il raffreddore.
  5. Allergie: la melagrana è ricco di sostanze che possono contribuire a proteggerci dalle allergie, secondo quanto dimostrato dalle più recenti ricerche. Esse vengono denominate polifenoli e sembrano avere un ruolo fondamentale nel ridurre i processi biochimici che sono correlati alla comparsa delle allergie.
  6. Colesterolo: una nuova ricerca pubblicata all’interno della rivista Atherosclerosis ha posto in evidenza come la melagrana possa contribuire a migliorare la capacità dell’organismo di sintetizzare il colesterolo e distruggere i radicali liberi all’interno del sistema vascolare.
  7. Cancro: la scienza si trova al momento a studiare gli effetti benefici della melagrana nei confronti della prevenzione e della cura di alcuni tipi di tumori, con particolare riferimento al tumore al seno, alla prostata e alla pelle. Succo e estratto di melagrana si sono rivelati in grado di provocare la morte delle cellule cancerogene, con riferimento al tumore alla prostata.
  8. Protezione del DNA: gli antiossidanti e i fitonutrienti contenuti nel frutto del melograno e negli estratti della melagrana possono interagire con le strutture genetiche del nostro organismo per favorirne la protezione.
  9. Pressione sanguigna: sembrerebbe che l’assunzione di estratto di melagrana possa contribuire ad abbassare la pressione sanguigna in soggetti che seguono un’alimentazione particolarmente ricca di grassi.
  10. Infezioni: la melagrana presenta importanti proprietà anti-infettive, in quanto l’assunzione di estratto di melograno può contribuire a contrastare l’azione di alcuni batteri finora dimostratisi resistenti ai farmaci.