Squalo azzanna e uccide un surfista al largo di Greenmount Beach della Gold Coast

32

Nel pomeriggio di martedì, un surfista australiano di 60 anni, ha perso la vita in seguito ad un attacco di uno squalo al largo di Greenmount Beach di Gold Coast. Il predatore marino lo ha azzannato, danneggiando addirittura la sua tavola da surf. L’uomo è morto poco dopo a causa delle gravi ferite riportate, nonostante l’intervento dei soccorsi del Queensland Ambulance Service poco dopo le 17:00.

Una telecamera separata della Coastalwatch ha catturato i momenti successivi all’attacco in cui l’uomo è stato trascinato a riva. È il primo attacco mortale di squalo su una spiaggia del Queensland con reti da decenni. Seven News riferisce che si tratta del primo attacco di squali sulla Gold Coast da quando un surfista di 20 anni ha ricevuto ferite non mortali a Nobby Beach nel 2012. Il sito web del programma di reti da squalo del Dipartimento dell’agricoltura e della pesca del Queensland avverte che le reti “non forniscono una barriera impenetrabile tra gli squali e gli esseri umani” né impediscono agli squali di entrare in una particolare area. “Hanno lo scopo di catturare ‘squali residenti’ e squali che attraversano l’area mentre si nutrono di esche per pesci”, dice il sito web.

L’ultimo attacco fatale di uno squalo nel Queensland, è avvenuto a luglio al largo di Fraser Island , quando Matthew Tratt, 36 anni, è morto mentre pescava in apnea vicino a Indian Head. La pittoresca Greenmount Beach è una delle ultime spiagge prima del confine tra Queensland e NSW. Alcune delle spiagge più famose della Gold Coast saranno chiuse domani a seguito dell’attacco di squalo di questo pomeriggio. È il primo attacco mortale su una spiaggia locale in più di 60 anni.