Un uomo sfiora due aerei di linea a oltre 915 metri di quota volando con uno jet-pack

239

Franky Zapata, l’uomo che con uno zaino-jet ha traversato la manica, forse non pensava che la sua impresa avrebbe creato degli emuli che si sarebbero cimentati in azioni molto pericolose. Se così fosse, dovrà ricredersi dopo che nei cieli di Los Angeles una persona, munita di ‘jet pack’, ha ‘sfiorato’ a grande velocità il 27 agosto almeno due aerei di linea a circa 3.000 piedi (915 metri) di altitudine.

L’uomo, che non è stato ancora identificato, è passato a meno di 300 metri dagli aerei. L’Fbi, come ha riportato Sky News, ha aperto un’inchiesta. L’episodio è stato segnalato alla torre di controllo dell’Aeroporto internazionale di Los Angels dai piloti delle compagnie aeree JetBlue e American Airlines, e numerosi media Usa hanno pubblicato le registrazioni delle conversazioni. “Torre – dice il pilota del volo American – (qui) American 1997. Abbiamo appena passato un tipo con uno zaino-jet”.  Il controllore di volo chiede su quale lato dell’aereo sia passato l’uomo volante e il pilota precisa: “Sul lato sinistro, forse 300 yard circa (275 metri, ndr), circa la nostra altitudine”.

Pochi secondi dopo, anche il pilota del volo JetBlue prende il microfono e comunica alla torre di controllo: “Abbiamo appena visto il tipo con uno zaino-jet”. A questo punto il controllore di volo esorta il pilota dell’aereo JetBlue a “fare attenzione”, aggiungendo: “Una persona con uno zaino-jet segnalata a 300 yard a sud del (tratto) finale di LA, a circa 3.000 piedi”. E una voce non identificata afferma: “Solo a LA”. L’agenzia federale americana preposta all’aviazione civile (Faa) ha confermato gli avvistamenti e l’ufficio dell’Fbi di Los Angeles ha reso noto di avere avviato un’inchiesta.