Covid, aumentano ancora i nuovi casi: 5724 nelle ultime 24 ore

48

Aumentano i nuovi casi di Covid-19 registrati in Italia in 24 ore: sono 5.724, contro i 5.372 di ieri, a fronte anche di un incremento nei tamponi, che sono stati 133.084 (ieri 129.741). È questo il quadro che emerge dal bollettino del ministero della Salute del 10 ottobre,

Dall’inizio della pandemia, in Italia le persone risultate positive al coronavirus, compresi guariti e deceduti, sono 343.770. Le vittime, in totale, sono 36.111, con 28 decessi nelle ultime 24 ore (ieri 22). I guariti, sempre nelle ultime 24 ore, sono 1.186, per un totale di 237.549. I ricoverati con sintomi sono 4.086 (+161). Sono invece 70.110 le persone in isolamento domiciliare (+8.441). I tamponi sono in tutto 12.326.971, in aumento di 129.471 rispetto all’8 ottobre. I casi testati sono finora 7.443.593, al netto di quanti tamponi abbiano fatto.

Crisanti: la curva dei contagi sta diventando esponenziale

“La curva dell’epidemia adesso spaventa, perché da lineare sta diventando esponenziale e la mortalità salirà, come è salita in Francia”. Così Andrea Crisanti, virologo e professore ordinario di Microbiologia all’Università di Padova. a Tpi. Crisanti ha poi aggiunto che i tamponi fai da te “sono una buffonata. Una follia totale, una cosa che non sta né in cielo né in terra. Non sanno proprio che pesci prendere. Il tampone fai da te – ha spiegato – non dà nessuna certificazione ed è inutile. Dove vanno a finire quei numeri? Se risulti positivo dove viene scritto? Non risulterebbe nelle stime quotidiane. A che serve allora? Un disastro”. Per Crisanti il presidente del Veneto, Luca Zaia è “diventato un venditore di fumo. Ogni volta tira fuori qualcosa di nuovo. Prima il salivare….Poi adesso addirittura questa baggianata del fai da te. Siamo passati da un modello altamente scientifico e esportabile che avevamo costruito, a una presa in giro. Non sanno davvero più cosa fare…Mi viene da piangere”.