Banane secche, valori nutrizionali e proprietà particolari: Prepararle è molto semplice

112

La banana secca è un alimento molto gustoso e facile da preparare. Il sapore di questo frutto esotico è uno dei più dolci e buoni in assoluto e si conserva durante il processo di disidratazione, conferendogli un gusto ancora più concentrato e colorito rispetto a quello che si ottiene dal frutto fresco. Le ricette che si possono mettere in pratica sono veramente molte e sono una più deliziosa dell’altra. Le banane possono essere disidratate in forno per la realizzazione delle chips, che hanno l’aspetto di vere e proprie patatine, ma hanno la caratteristica di essere più leggere e di non essere fritte. Le chips possono essere un modo per convincere i bambini a mangiare la frutta.

Il metodo vero e proprio per essiccare le banane consiste nel metterle in una griglia di metallo e metterle sul fuoco finché non si essiccano a dovere. Questa pietanza è composta principalmente da carboidrati e da una piccola parte di proteine e grassi. Questi valori nutrizionali rendono le banane secche molto adatte alla preparazione di alimenti altamente energetici e infatti possono essere integrate molto bene nella realizzazione di barrette croccanti. Gli zuccheri sono l’elemento principale anche delle banane fresche ma il loro valore varia notevolmente con il processo di essicamento.

Il metodo più facile per ottenere la disidratazione consiste nell’esporre il frutto alla luce solare. In questo modo il processo avviene in maniera abbastanza lenta da mantenere intatte tutte le proprietà. La banana secca ha la caratteristica di avere un numero di calorie maggiori rispetto a quelle fresche, in quanto durante il processo di disidratazione gli zuccheri complessi si compattano tra di loro, fornendo un maggiore carico energetico. Quindi 100 g di banane essiccate hanno circa 270 calorie e rappresentano la quantità equivalente a metà pasto.

Le banane secchehanno la caratteristica di essere ricche di potassio, fosforo, calcio, vitamine A, B, C e altri nutrienti fondamentali per il corretto funzionamento dell’organismo.

Prepararle è davvero molto semplice e potete scegliere tra diversi tipi di cottura.
Solo due consigli da seguire: banane non troppo mature e fette molto sottili.

Chips al forno

Per preparare le chips di banana al forno tagliate i frutti a rondelle dopo aver eliminato la buccia e disponeteli su una teglia ricoperta di carta forno leggermente oliata.
Cuocete a 180° per circa un’ora.
Potete, una volta terminata la cottura, cospargere le chips con zucchero o sale e aromatizzarle a seconda del vostro gusto e dell’utilizzo che dovete farne con spezie varie come paprika e cannella.
Per evitare che si anneriscano, prima di cuocerle potete anche spennellarle con del succo di limone.

Chips arrostite

Questa è una variante più saporita e veloce da preparare.
Le banane vengono condite con il burro fuso e cotte in forno per 10-15 minuti a 230°.
Per una cottura uniforme su entrambe i lati è importante girarle dopo 6-7 minuti in modo che vengono ben abbrustolite e dorate.
Una volta estratte dal forno e ancora calde possono essere spolverizzate con lo zucchero o il sale e anche in questo caso potete aggiungere delle spezie.

Chips fritte

Questa è la variante che piace di più ai bambini perchè le rondelle di banane diventano davvero molto croccanti.
L’importante è scegliere frutti non troppo maturi e con la buccia ancora un po’ verde.
Prima di immergere le rondelle di banana nell’olio di semi bollente, passatele in acqua e ghiaccio per qualche minuto e poi asciugatele con carta assorbente.
In questo modo otterrete una cottura perfetta.