Coronavirus, i contagi di oggi: 8.804, raddoppiano morti, 83

499

Nuovo record assoluto di contagi in Italia per il Coronavirus: secondo il bollettino del Ministero della Salute in 24 ore si sono registrati 8.804 casi (ieri 7.332). I morti raddoppiano in un solo giorno da 43 a 83. I tamponi ancora al record, quasi 163 mila. 

In Lombardia oltre 2mila nuovi contagi

Tra le Regioni con più contagi giornalieri da coronavirus la Lombardia ne ha 2.067, seguita dalla Campania con 1.127 e dal Piemonte con 1.033. Il Veneto ne ha 600, il Lazio 594, la Toscana 581, secondo i dati del ministero della Salute. 

Covid: impennata in Campania, oltre 1.100 positivi

Il numero delle persone positive, in Campania, supera la quota mille. Secondo quanto rende noto l’Unità di crisi della Regione Campania, nelle ultime 24 ore i positivi sono 1.127 (il giorno prima erano stati 818) su un totale di 13.780 di cui. I casi sintomatici sono 72; quelli asintomatici sono 1.055. Ad oggi il totale  dei positivi è di 21.772 casi su un totale di 723.005 tamponi. Nove le persone decedute negli ultimi 5 giorni ma registrati ieri; 317 le persone guarite nelle ultime 24 ore. Quanto al report posti letto su base regionale, questi i dati. Posti letto di terapia intensiva complessivi: 110; occupati: 66. Posti letto di degenza complessivi: 820;  occupati: 762

Lazio, oggi 594 nuovi casi e 7 morti

“Nuovo record di tamponi oggi nel Lazio su quasi 16 mila sono 594 i casi positivi, 7 i decessi e 45 i guariti”. Cosi’ l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato. “Nella valutazione settimanale il valore RT è a 1.14” prosegue.
 

Sicilia, chiuso asilo nido a Palermo

Chiuso da questa mattina l’asilo nido comunale ‘Domino’, nella zona di Pallavicino, a Palermo, per la positività accertata di un bambino che risultava comunque assente già da alcuni giorni. Dal momento della comunicazione, spiega una nota, è stata immediatamente applicata la procedura prevista dai Protocolli anti-Covid, ovvero la comunicazione al Dipartimento prevenzione dell’Azienda sanitaria provinciale e sospensione del servizio educativo. I genitori di bambine e bambini che frequentano il nido sono poi stati avvertiti. La struttura resterà chiusa per la procedura di sanificazione in attesa che l’Asp dia il via libera per la riapertura. 

186 nuovi casi in Sardegna, si registra anche un decesso

Ancora un’impennata di casi di Cornoavirus in Sardegna con 186 nuovi contagi registrati dall’unità di crisi, 104 rilevati attraverso attività di screening e 82 da sospetto diagnostico. Si registra anche una nuova vittima residente nella provincia del Sud Sardegna. I morti complessivi salgono a 169 mentre i casi di positività dall’inizio dell’emergenza sono 5.603. In totale sono stati eseguiti 221.349 tamponi con un incremento di 2.382 test rispetto all’ultimo aggiornamento. Sono invece 180 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+8 rispetto al dato di ieri), mentre è di 28 (+2) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 2.816. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 2.364 (+93) pazienti guariti, più altri 46 guariti clinicamente. Dei 5.603 casi positivi complessivamente accertati, 881 (+30) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 757 (+71) nel Sud Sardegna, 427 (+17) a Oristano, 854 (+33) a Nuoro, 2.684 (+35) a Sassari.

Coronavirus Alto Adige, verso misure anti-contagio con ‘zone rosse’

In Alto Adige sono attese nelle prossime ore nuove misure anti-contagio da Covid-19 a seguito del netto incremento di persone contagiate. Due Comuni della Val Pusteria, Sesto e Monguelfo diventeranno ‘zone rosse’ a seguito di due focolai. Per i prossimi 14 giorni nei due centri dovranno essere cancellati tutti gli eventi e i bar dovranno restare chiusi mentre i ristoranti dovranno chiudere alle ore 18. Nei ristoranti degli hotel potranno accedere solo gli ospiti. Il governatore Arno Kompatscher nelle prossime ore firmerà il decreto contenente le nuove misure a livello provinciale.