Coronavirus, Italia verso lo “scenario 4”: il più grave

159

I contagi da Covid-19 in costante crescita, oggi quasi 27mila, ed il valore dell’indice di trasmissibilità Rt proiettano presumibilmente l’Italia verso lo scenario 4, l’ultimo ed il più grave previsto nel documento ‘Prevenzione e risposta a COVID-19’ redatto dall’Iss. È infatti molto probabile, secondo quanto si apprende da fonti qualificate, che il valore di Rt abbia superato l’1,5 registrato la scorsa settimana e riferito al periodo 12-18 ottobre. Ciò per effetto del forte aumento dei casi. Proprio Rt sopra 1,5 è uno degli elementi che delinea lo scenario più grave dell’epidemia.

Con scenario 4 limitazione della mobilità individuale per almeno 3 settimane

Secondo l’Iss, nello scenario 4 dell’emergenza Covid molte Regioni sarebbero classificate a rischio alto e, vista la velocità di diffusione e l’interconnessione tra le varie Regioni, è improbabile che vi siano situazioni di rischio inferiore al moderato. “Se la situazione di rischio alto dovesse persistere per un periodo di più di tre settimane, si rendono molto probabilmente necessarie misure di contenimento molto aggressive” si legge nel report. Con una situazione di rischio alto prolungata nel tempo le misure consigliate sono quelle di un blocco su scala Provinciale o Regionale in base alla situazione epidemiologica e la limitazione della mobilità individuale per almeno 3 settimane, in pratica un nuovo lockdown.