Maltempo Nord Italia, fiumi esondati e ponti crollati, è allarme

71

Il Nord Italia è preda di un’ondata di maltempo che sta causando danni notevoli soprattutto in Piemonte e in Liguria. La Regione Piemonte ha reso noto che ci sono 11 persone disperse a causa del maltempo . Dieci sono i dispersi nel Cuneese, su cui si stanno facendo verifiche tra il versante italiano e quello francese. Un altro disperso si registra nel Vercellese, caduto con la sua auto nel Sesia.

Nella zona del Col di Tenda, nei cunicoli della ferrovia che collega l’Italia alla Francia, nella serata di venerdì sono rimaste intrappolate diverse persone a causa di un allagamento: sono intervenute numerose squadre di vigili del fuoco, che hanno tratto in salvo 4 colleghi francesi e un allevatore. Un secondo, fratello del primo, risulta disperso.

Cuneo, allevatore disperso: trascinato via dal fiume in piena

L’uomo salvato, riporta ‘Ansa’, ha riferito di avere visto il fratello, anche lui un margaro della provincia di Cuneo, trascinato via dalla piena dei fiumi sul versante francese del collegamento.

I cunicoli della ferrovia, allagati, solitamente sono utilizzati come abitazioni di fortuna dai migranti che spesso lavorano come pastori nella zona. Sono in corso le ricerche, anche con l’ausilio dei pompieri francesi. Intanto il fiume Tanaro, esondato a Garessio, è uscito dagli argini anche a Ceva.

Cuneo, fiumi in piena e frane: dispersi tre volontari

Ore di apprensione inoltre per tre persone che viaggiavano a bordo di un camioncino dell’organizzazione di volontariato Emmaus Cuneo. Il mezzo era diretto a Tenda, in val Roya, per caricare del materiale: non si hanno più contatti da quando è transitato nei pressi di Vievola, dove almeno due frane hanno bloccato alcune strade.

Maltempo: un altro disperso nel Vercellese

C’è un altro disperso in Piemonte a causa del maltempo. Si tratta di un ragazzo che in auto stava percorrendo la strada tra Doccio e Crevola, nel Vercellese, in parte crollata. Lo ha reso noto all”Ansa’ il sindaco di Quarona, Francesco Pietrasanta. Con il disperso c’era una seconda persona, che si è invece messa in salvo.

Muore vigile del fuoco per la caduta di un albero

Un vigile del fuoco volontario è morto ad Arnad, in Valle d’Aosta, a causa della caduta di un albero per il forte vento. A riferirlo una nota della Regione che segnala che a causa dell’ondata di maltempo sono numerosi gli interventi in corso della Protezione civile che raccomanda di spostarsi solo se necessario. In particolare, al momento risultano chiuse diverse strade regionali e comunali per crolli, esondazioni di torrenti e cadute di massi e alberi mentre nella notte a Pontboset sono state evacuate in via precauzionale 9 persone da una struttura ricettiva. Sempre nella notte, la Dora Baltea è esondata a Donnas, ma ora le acque sono rientrate nell’alveo fluviale e la situazione è sotto controllo.