Marchisio, il duro commento sulla protesta dei ristoratori a Torino

2635

Claudio Marchisio ha commentato su Twitter le proteste avvenute a Torino contro le restrizioni imposte dall’ultimo Dpcm. L’ex calciatore, ora imprenditore e proprietario di una catena di ristoranti di cucina fusion, aperti tra Roma, Vinovo e la Costa Smeralda, ha condannato i comportamenti violenti dei manifestanti, etichettati come “poveri imbecilli“.

Condividendo la foto di una bimba che tiene un cartello con su scritto “Riaprite il locale di papà”, Claudio Marchisio ha dichiarato: “Qusta ragazzina ha insegnato a tutti noi il senso di questa protesta. Quelli che spaccano le vetrine sono solo dei poveri imbecilli”.

L’ex campione ha anche rilanciato su Twitter il video di un gruppo di ristoratori pacifici in piazza: “Questo è protestare, con la propria presenza, con la propria voce!”.

In uno dei filmati ricondivisi da Claudio Marchisio, si vedono manifestanti distruggere le vetrine dei negozi. “Qui siamo a Torino, ma sta succedendo in molte piazze. È molto più importante far capire alla gente che questi sono teppisti, non persone e lavoratori che avevano intenzioni di protesta contro un governo che sta mettendo allo stremo delle forze le persone e le famiglie italiane. Non sarà fatto nulla dal Governo per questi teppisti”. Recentemente Claudio Marchisio ha mostrato interesse per la politica, dicendosi disponibile a correre per le comunali a Torino.