Marchisio si candida in politica: L’annuncio dell’ex calciatore della Juventus e Nazionale

3315

Claudio Marchisio, ex calciatore della Juventus e della Nazionale potrebbe candidarsi in politica. A rivelarlo è stato lo stesso ex giocatore, in un’intervista rilasciata al ‘Corriere della Sera’. Interpellato sulle voci che lo vorrebbero sindaco di Torino, Marchisio ha risposto: “Ho visto, mi ha fatto piacere e magari un giorno sarò disponibile, come parte integrante di una squadra”.

L’ex calciatore ha aggiunto di non escludere affatto un suo impegno in politica, magari nazionale: “Ci penso. Sarebbe bello mettere in pratica le mie idee. Molte cose ancora non le so, dovrei studiare. Certo, però, mi piacerebbe”.

La posizione di Marchisio su razzismo e discriminazioni. Nell’intervista l’ex giocatore ha affrontato temi delicati come il razzismo e le discriminazioni, nel calcio e nella vita di tutti i giorni.

Marchisio ha detto: “I problemi del calcio sono gli stessi del mondo. In campo si ripercuotono tutti i mali della società. Il razzismo, le differenze di genere, le discriminazioni”.

Il “Principino” (questo il soprannome dato dai tifosi) ha anche affermato: “I social vengono usati come strumento di odio, ma sono utili anche per comunicare iniziative positive”.

Sull’omosessualità nel calcio, Claudio Marchisio ha dichiarato: “Nessun mio compagno mi ha mai detto di essere gay, ma non è vero che negli spogliatoi non se ne parli. C’è omertà, sia per la reazione dell’opinione pubblica sia all’interno dello spogliatoio. Sa quelle battute stupide sulla saponetta? Ecco, meglio evitare. Uscire dagli schemi è difficile. Per fortuna c’è il calcio femminile”.