Mihajlovic, il duro attacco: “Decreti fatti a c…o di cane”

43

L’allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic, che in estate è risultato positivo al coronavirus, si è lasciato andare a uno sfogo polemico in conferenza stampa. Rispondendo a una domanda sul possibile interessamento del club rossoblu per Mario Mandzukic, attaccante attualmente svincolato e libero sul mercato, il tecnico serbo ha detto: “Non prendiamo esempio dai nostri governi che fanno i decreti cosi a c…o di cane, che non c’è una logica. Noi dobbiamo essere più lucidi. Questo non dovevo dirlo ma l’ho detto, mi è venuto così”.

Già in passato Mihajlovic aveva commentato alcune decisioni politiche. In merito all’apertura, decisa dal presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, degli impianti sportivi della regione a una quota di spettatori, l’allenatore aveva detto riferendosi al governatore: “Ha fatto una cosa coraggiosa, non sembrava nemmeno di sinistra”.

Mihajlovic, sempre sull’apertura degli stadi, aveva anche detto: “Il calcio è uno spettacolo, e senza tifosi non c’è spettacolo. Per noi e per tutte le altre è molto difficile giocare senza pubblico”.