Orrore in Cina, guardiano dello zoo di Shanghai sbranato da orsi bruni sotto gli occhi dei turisti

102

Un guardiano di uno zoo è stato sbranato dagli orsi bruni. L’episodio è avvenuto sabato pomeriggio davanti ai visitatori sotto shock dello zoo Wild Animal Park di Shanghai, in Cina, che hanno assistito involontariamente alla scena. La notizia diffusa dai media asiatici è accompagnata con un video ripreso con un telefonino da un veicolo che dura circa un minuto.

Nella clip si vedono otto orsi, in uno stagno in lontananza, che si accaniscono tutti insieme su qualcosa senza che si possa capire esattamente di cosa si tratti. La struttura ha confermato la morte di uno dei lavoranti che stava svolgendo “i suoi compiti” nell’area del parco in cui gli animali selvatici vengono lasciati liberi di vagare per essere ammirati dai turisti che si muovono su appositi bus.

Il video è diventato rapidamente virale e ha suscitato il dibattito sull’esistenza degli zoo. Alcuni sostengono che gli orsi abbiano agito come qualsiasi animale selvatico. In molti hanno proposto che l’unica soluzione per evitare tali incidenti sia “chiudere gli zoo e lasciare che gli animali vivano liberi”. Altri hanno condannato la mancanza di misure di sicurezza dello Shanghai Wild Animal Park ed hanno espresso cordoglio per i turisti che hanno assistito all’incidente. È raro che i lavoratori degli zoo in Cina vengano sbranati a morte dagli animali, ma gli attacchi non sono del tutto rari, sebbene nella maggior parte dei casi questi incidenti sono presumibilmente causati dai visitatori stessi.

Lo Shanghai Wild Animal Park, è uno fei più grandi zoo della Cina e ospita più di 100mila animali appartenenti a più di 200 specie. In alcune zone i visitatori si muovono a piedi, in altre si godono gli animali che vagano indisturbati, stando seduti a bordo dei bus protetti da griglie e paratie di ferro.