Quante uova mangiare a settimana? e quel è la verità sul loro conto?

7002

Le uova sono un alimento economico e facile da cucinare, hanno poche calorie (circa 80 per un uovo di gallina grande) e sono la base di molte ricette, buone e veloci da preparare. Purtroppo tutti noi sappiamo che hanno un alto contenuto di colesterolo, quindi cerchiamo di non abusarne, ma è giusto? Quante uova è possibile consumare alla settimana? È vero che fanno male al fegato? Si possono mangiare a colazione? Colesterolo a parte, quanti e quali benefici ha un uovo?

E’ vero che il tuorlo contiene colesterolo, ma i consumatori sono stati confusi dall’uscita di diverse ricerche che hanno dato esiti diversi: nel 2018 uno studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition aveva infranto il mito che le uova andassero evitate da chi aveva problemi cardiaci, dimostrando che un consumo di 12 uova a settimana per un anno non aveva aumentato il rischio di malattie cardiache nel campione preso in esame. L’anno dopo, uno studio effettuato alla Northwestern University affermava l’esatto contrario: secondo i loro dati, già 3/4 uova a settimana aumentavano dell’8% il rischio cardiovascolare.

Dov’è la verità?

Stefania Ruggeri, del Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione del CREA, ha spiegato che non sono solo le uova ad aumentare il livello di colesterolo nel sangue, ma anche altri alimenti come salumi, carni rosse e burro. Facendo una regolare attività fisica e una dieta equilibrata, le uova si possono mangiare senza problemi anche due volte a settimana.

Della stessa opinione Enzo Spisni, docente di fisiologia della nutrizione dell’Università di Bologna, che fissa la quantità ideale di uova in quattro a settimana: “Oggi si sa che non è il colesterolo alimentare a far male; quel che conta è ridurne la sintesi da parte del fegato, e questo si ottiene seguendo una dieta equilibrata ricca di fibre e antiossidanti. Il colesterolo, inoltre, è dannoso in circolo soprattutto se è ossidato, e l’uovo è ricchissimo di carotenoidi che ne impediscono l’ossidazione”, si legge su Focus.

Mangiamo quindi anche quattro uova a settimana: l’importante è che la nostra sia una dieta equilibrata e che l’attività fisica, anche leggera, sia però costante.