Vestiti sbiaditi, usa l’alloro per evitare il problema

1033

Se siete molto affezionati ad un vostro capo scolorito, aspettate un attimo prima di buttarlo via: dall’immenso catalogo dei rimedi della nonna probabilmente c’è quello che fa per voi.

Bicarbonato e alloro sono i due ingredienti che dovrete procurarvi, tutto sommato di facile reperibilità: in una pentola piena d’acqua aggiungete 4 cucchiai di bicarbonato e 10 foglie di alloro. Portate a bollore e fate cuocere per almeno 20 minuti: in questo infuso vanno lasciati i panni in ammollo per almeno 24 ore. In seguito lavate i vestiti normalmente e verificate se i colori vi sembrano più vivaci: sarà sicuramente così!

In alternativa, potete usare il sale o l’aceto bianco: vale sempre la regola dell’infuso e dell’ammollo, nel caso del sale potete usare mezza tazza di sale per litro d’acqua, nel caso dell’aceto la dose è di quattro cucchiai. I capi vanno sempre lasciati in ammollo per 24 ore e dopo lavati come di consueto, rispettando le indicazioni sull’etichetta.

Per sbiancare invece vestiti ingialliti, provate l’ammollo con succo di limone (1/2 bicchiere) e bicarbonato (100 grammi): dopo un’ora lavate pure i vostri abiti bianchi e li vedrete notevolmente più luminosi!

Un altro metodo è con l’aceto. Basta infatti inserire circa 200ml di aceto al vostro lavaggio e i capi torneranno a brillare. Spesso non è nemmeno necessario usare la lavatrice, ma potete immergere i vostri vestiti scoloriti nell’aceto per 20/30 minuti. E il gioco è fatto, una volta stesi all’aria i vostri capi brilleranno di luce propria.

Ci sono comunque diversi trucchi anche per preservare il colore dei vostri vestiti preferiti ed evitare che sbiadiscano: i lavaggi dovrebbero essere sempre delicati e possibilmente a mano. Se volete usare la lavatrice, i vestiti devono essere divisi per colore in modo che non si rischi di macchiare i capi: inoltre vanno preferiti i lavaggi in acqua fredda e i vestiti devono essere inseriti nel cestello alla rovescia.