Zenzero secco, la radice dalle grandi proprietà nutrizionali e terapeutiche

401

Lo zenzero secco è una variante della nota radice dalle grandi proprietà nutrizionali e terapeutiche. Tradizionale medicina cinese, la pianta essiccata ha meno sapore della sua controparte fresca, ma ciò non significa che le sue caratteristiche organolettiche vadano perse. In realtà lo zenzero secco è un eccellente prodotto per la cura di dolori reumatici, di meteorismo e di altri problemi digestivi, anche se il suo utilizzo va limitato soprattutto in certe categorie di malati. Fatte queste doverose premesse, a questo punto non rimane che analizzare nel dettaglio il miracoloso vegetale.

Lo zenzero secco non presenta molte differenze botaniche rispetto a quello fresco, se non appunto la sua essiccazione. In realtà le proprietà nutritive e gli utilizzi sono differenti e non sempre i due tipi di zenzero possono essere utilizzati alternativamente. La variante secca produce un forte calore interno, consentendo al corpo di scaldarsi in fretta, mentre lo zenzero fresco favorisce la sudorazione e la dispersione del freddo. Per questo motivo la variante essiccata risulta molto adatta durante l’inverno e quando il clima si fa più rigido.

Tra le numerose proprietà dello zenzero secco diverse di esse possono curare i problemi di digestione. Nella medicina tradizionale cinese i problemi all’addome, la diarrea e la flatulenza vengono curati mettendo in infusione un po’ di polvere di zenzero essiccato. Inoltre sembra che nella sua variante caramellata lo zenzero secco sia molto utile nella cura dell’ittero.

In ogni caso, prima di assumere questa radice rimangono alcune controindicazioni. In virtù del suo grande potere calorifero lo zenzero secco non è adatto a chi soffre di emorragie interne, alle donne in gravidanza e a tutti coloro che patiscono i colpi di calore. Nel complesso, comunque è meglio non abusare troppo di questo prodotto altamente terapeutico.