Allerta alimentare: Salmonella nella carne macinata mista, non consumatela

6257

La catena dei supermercati Metro ha diffuso l’avviso di richiamo di un lotto di carne macinata mista di bovino e suino a marchio Jubatti per la presenza di Salmonella spp. Il mix di carne in questione è venduta in confezioni sottovuoto da 2 kg con il numero di lotto 223237-305 con data di scadenza 21/11/2020. La carne trita richiamata è stata prodotta da Soalca Srl, a Pretoro in provincia di Chieti nello stabilimento di località Cerrani 13/b. Per precauzionale, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda di non consumare la carne trita con il numero di lotto segnalato e restituirla al punto vendita METRO.

Le infezioni provocate da salmonella si distinguono in forme tifoidee (S. typhi e S. paratyphi, responsabili della febbre tifoide e delle febbri enteriche in genere), in cui l’uomo rappresenta l’unico serbatoio del microrganismo, e forme non tifoidee, causate dalle cosiddette salmonelle minori (come S. typhimurium e la S. enteritidis), responsabili di forme cliniche a prevalente manifestazione gastroenterica.

Sintomi

La gravità dei sintomi varia dai semplici disturbi del tratto gastrointestinale (febbre, dolore addominale, nausea, vomito e diarrea) fino a forme cliniche più gravi (batteriemie o infezioni focali a carico per esempio di ossa e meningi) che si verificano soprattutto in soggetti fragili (anziani, bambini e soggetti con deficit a carico del sistema immunitario).

I sintomi della malattia possono comparire tra le 6 e le 72 ore dall’ingestione di alimenti contaminati (ma più comunemente si manifestano dopo 12-36 ore) e si protraggono per 4-7 giorni. Nella maggior parte dei casi la malattia ha un decorso benigno e non richiede l’ospedalizzazione, ma talvolta l’infezione può aggravarsi al punto tale da rendere necessario il ricovero. Le salmonellosi nell’uomo possono anche causare lo stato di portatore asintomatico.