Coronavirus, pronta la mascherina che uccide il Sars-CoV-2

4986

Pronta la mascherina in grado di uccidere il Sars-CoV-2, responsabile del Covid-19. A comunicarlo è l’inventore Gareth Cave, ricercatore specializzato in nanotecnologie alla Nottingham trent University. Il ricercatore, come ha raccontato all’emittente britannica Itv, ha spiegato di aver creato una mascherina “in grado di eliminare il coronavirus oltre la soglia del 90%“.

Come funziona la mascherina che uccide il coronavirus

Dotato di un rivestimento che comprende uno strato esterno idrorepellente, il dispositivo è in grado di ostacolare l’inalazione delle goccioline che trasportano il virus. Inoltre, la mascherina possiede un rivestimento in rame che rilascia ioni, in grado di uccidere il virus al contatto. L’idea è nata quando il laboratorio universitario in cui lavorava Gareth Cave, in seguito all’epidemia, è stato chiuso e gli scienziati si sono ritrovati con molto tempo a disposizione per nuovi progetti.

La produzione delle mascherine, secondo Cave, dovrebbe iniziare nei prossimi giorni e i dispositivi dovrebbero sbarcare sul mercato a dicembre. Il prezzo delle nuove mascherine dovrebbe aggirarsi intorno a 1 sterlina, ovvero poco più di un euro secondo il cambio attuale. Dunque il nuovo dispositivo costerà di più rispetto alle mascherine chirurgiche standard ma offrirà una protezione aggiuntiva. L’invenzione, ha concluso Cave, sarà particolarmente utile agli addetti ai lavori in prima linea nella battaglia contro il coronavirus.