Covid, 28.337 casi, i morti sono 562: terapie intensive in aumento +43 in 24 ore

21

Sono 28.337 i nuovi casi di coronavirus individuati in Italia nelle ultime 24ore, oltre 6mila meno di ieri, che portano il totale dei contagiati dall’inizio dell’emergenza a 1.408.868. In calo anche l’incremento delle vittime, 562 in un giorno mentre ieri erano state 692, per un totale di 49.823

Risalgono ricoveri nelle terapie intensive,+43 in 24 ore

Dopo il calo di ieri – solo 10 nuovi pazienti – tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva: secondo il bollettino del ministero della Salute sono 43 i nuovi ingressi nelle ultime 24 ore per un totale arrivato a 3.801. Nei reparti ordinari degli ospedali sono invece ricoverate 34.279 pazienti, con un incremento rispetto a ieri di 216. Infine, in isolamento domiciliare ci sono 767.867 italiani, 13,942 in più. 

Miozzo: Valuteremo per spostamenti tra regioni a Natale, sanzioni per assembramenti

Controlli e sanzioni “rigorose”. È questo il monito che arriva dal coordinatore del Comitato tecnico scientifico, Agostino Miozzo, per quanto riguarda la riapertura dei negozi in vista di Natale, a cui si sta pensando per aiutare le attività colpite dalle conseguenze della pandemia di coronavirus. “Per evitare l’assembramento da shopping – ha detto all’Ansa – ci vorrà un monitoraggio rigoroso. Se non sarà così salta tutto e a gennaio siamo con la terza ondata”. Poi sugli spostamenti tra le regioni durante il periodo natalizio chiarisce che bisogna valutare “l’andamento della curva epidemica nelle prossime due settimane”.

Riguardo agli spostamenti tra regioni nel periodo natalizio, il coordinatore del Cts ha ricordato che “lo spostamento interregionale è stato una causa di importante diffusione del virus”, però è anche vero “che in questa situazione ci sono esigenze di carattere sociale importanti. Saranno dunque fondamentali i dati ma, anche, i controlli e la possibilità di fare autonomamente dei tamponi rapidi”. È evidente però che, conclude Miozzo, “se si potranno autorizzare gli spostamenti, ovviamente non potrà mancare il rispetto rigoroso delle regole”.