Covid, i dati Google: – 40% gli spostamenti per bar, ristoranti e luoghi pubblici

152

In tutta Italia la frequentazione di bar e ristoranti è diminuita del 40% rispetto al periodo pre-Covid. Il dato emerge dal report Google sugli spostamenti, realizzato sfruttando Google Maps, che utilizza dati aggregati e anonimi per mostrare quanto sono affollati determinati luoghi. Gli spostamenti per “retail e tempo libero” comprendono ristoranti, bar, centri commerciali, parchi a tema, musei, biblioteche e cinema. Risultati sopra la media si registrano solo nelle quattro regioni della zona rossa, che hanno più che dimezzato questi spostamenti.

Risultati sopra la media si registrano solo nelle quattro regioni della zona rossa, che hanno più che dimezzato questi spostamenti – Calabria (-57%), Lombardia (-64%), Piemonte (-61%) e Valle D’Aosta (-75%) – cui si aggiunge il Trentino Alto Adige (-49%). Appena sotto la media le prime due regioni arancioni, Puglia e Sicilia, a -39%. Seguono Campania (-37%), Lazio (-32%), Toscana e Umbria (entrambe a -30%), Basilicata (-29%), Molise e Veneto (entrambe a -28%), Marche (-27%), Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Liguria (tutte a -26%), Sardegna (-24%). 

Sempre in base ai dati forniti da Google, nelle quattro regioni rosse risultano diminuiti più della media nazionale anche altri tipi di spostamento. In luoghi come spiagge, parchi e giardini pubblici, a fronte di un calo nazionale del 15%, si ha un -36% in Calabria, -41% in Lombardia e in Piemonte, -47% in Valle d’Aosta. Gli spostamenti degli italiani per alimentari e farmacie sono diminuiti in media dell’8%, cifra che arriva al -23% in Calabria e Piemonte, -26% in Lombardia e -35% in Valle d’Aosta. Guardando al trasporto pubblico, la frequentazione di stazioni ferroviarie, della metropolitana e degli autobus risulta ridotta in Italia, in media, del 45%. In Calabria è al -50%, in Lombardia al -61%, in Piemonte al -56% e in Valle d’Aosta al -67%.