Covid, monitoraggio Iss: i dati, si va verso lockdown generalizzato

514

Per l’Iss la situazione della pandemia è in netto peggioramento. In 24 ore 25mila nuovi casi, ma con meno tamponi, 365 i morti.

Il coronavirus continua a diffondersi senza sosta. Altrimenti detto la situazione sul territorio italiano è in “rapido peggioramento”. A rilevarlo è il monitoraggio – che ha preso in esame il periodo che va dal 26 ottobre all’1 novembre – diffuso dalla cabina di regia del ministero della Salute, come riferisce l’Ansa. Secondo l’analisi dei dati ci si sta avvicinando velocemente allo scenario di tipo 4, cioè a quello del lockdown generalizzato.

Due sono i dati emblematici che innalzano ancor più l’allerta: l’Rt a livello nazionale è all’1,7, vale a dire che ogni persona contagiata diffonde il virus in media a quasi 2 persone; il secondo numero preoccupante è che gli infettati sono 523,74 ogni 100,000 abitanti. Quasi il doppio rispetto al monitoraggio precedente.

“L’epidemia in Italia è in rapido peggioramento. Nella maggior parte del territorio nazionale è compatibile con uno scenario di tipo 3 ma sono in aumento il numero di Regioni e le province autonome in cui la velocità di trasmissione è già compatibile con uno scenario 4″. Così si legge nell’esordio del report. “La situazione descritta in questa relazione – si legge – evidenzia forti criticità dei servizi territoriali e il raggiungimento attuale o imminente delle soglie critiche di occupazione dei servizi ospedalieri“.

Secondo lo studio le Regioni “a rischio alto di una trasmissione non controllata e non gestibile” sono 11. Trattasi delle zone rosse e di quelle arancioni. Le restanti Regioni sono invece considerate “a rischio moderato con una probabilità di progredire a rischio alto” nelle prossime settimane. Ci sono poi due Regioni hanno già oltrepassato la soglia critica dei posti in terapia intensiva; quattro invece quelle che hanno superato la soglia critica dell’area medica.

Come sopra detto, in media sul territorio nazionale ci sono 523 contagi ogni 100.000 abitanti. Guardando alle singole Regioni, si nota che, sempre prendendo come parametro i 100.000 abitanti, in Calabria ci sono 123 contagi, in Valle d’Aosta 1.207, 877 in Lombardia, 775 in Liguria , 633 in Campania.