Covid, quasi 40mila nuovi casi, le vittime sono 425

36

Sono 39.811 i nuovi contagi di coronavirus in Italia (ieri 37.809), a fronte di 231.673 tamponi giornalieri effettuati (ieri 234.245). I morti sono 425. Le terapie intensive raggiungono quota 2.634 (+119). Il tasso positivi/tamponi è del 17,2% (ieri 16,1%). È questo il quadro che emerge dal bollettino del ministero della Salute del 7 novembre sulla situazione coronavirus in Italia. Sulle terapie intensive comunque si conferma l’andamento molto diverso rispetto ai mesi scorsi: la percentuale di positivi ricoverati il 4 aprile era del 4,5%, mentre al 7 novembre è dello 0,49%.

Gualtieri: crisi più virulenta degli ultimi 100 anni

“È una sfida senza precedenti che il Paese sta affrontando ma anche di opportunità e di trasformazioni. È la crisi più virulenta degli ultimi 100 anni e che chiede un ritorno a misure restrittive, dolorose e necessarie”. Lo ha detto il ministro dell’Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri, all’iniziativa online del Pd ‘Un anno di Energia democratica’.

Viminale a prefetti, controlli modulati su rischi 3 aree

“In considerazione che il dpcm viene a definire tre distinte aree di crescente severità delle relative misure, appare opportuno richiamare l’attenzione sulla necessità che l’attività di controllo venga ad essere conseguentemente modulata, in relazione ai diversificati livelli di rischio”. È quanto raccomanda il Viminale ai prefetti in una circolare sulle misure anti Covid previste dal decreto del 3 novembre scorso.