Geloni a mani e piedi? ecco 5 metodi naturali per curarli

59

Con la stagione invernale e l’arrivo delle basse temperature, la pelle del corpo si indebolisce, diventando particolarmente sensibile agli attacchi degli agenti esterni. In alcuni soggetti gli sbalzi di temperatura possono danneggiare i tessuti causando i geloni alle mani, ai piedi e in altre parti del corpo.

Il gelone, noto in ambito medico anche come eritema pernio, è un’irritazione cutanea che deriva da un’esposizione della pelle a improvvisi sbalzi di temperatura. Il passaggio repentino da temperature fredde a temperature calde determina un’infiammazione a livello cutaneo che colpisce principalmente i vasi sanguigni. Il risultato di questo processo sarà l’insorgenza di infiammazioni e traumi tessutali, che insieme determineranno la comparsa dei geloni. Questo disturbo potrebbe colpire qualsiasi parte del corpo, ma le zone considerate più a rischio sono le estremità come le mani, i piedi, il naso, le labbra, le orecchie, le gambe.

5 metodi naturali per combattere i geloni

Ecco cinque metodi naturali per curare e prevenire i geloni.

  1. Elevare l’area interessata: ciò contribuisce a migliorare la circolazione del Sangue e, di conseguenza, a ridurre il gonfiore, l’Infiammazione e il Dolore. Ad esempio, si possono usare dei cuscini per tenere sollevate le mani o le gambe.
  2. Massaggi: in inverno, è utile massaggiare le mani e le gambe delicatamente con movimenti circolari, due volte al giorno, al mattino e alla sera prima di andare a letto. Questo assicurerà una buona circolazione sanguigna e ridurrà il rischio di nuovi geloni.
  3. Cipolla: ha una proprietà antiinfiammatoria, antisettica e antibiotica che può aiutare a ridurre il prurito, il dolore, il gonfiore e l’infiammazione. Si suggerisce di tagliare una cipolla a fette spesse e di strofinarle sull’area interessata dai geloni. Poi, bisogna lasciare agire per 15 minuti e, successivamente, pulire la zona con una salvietta calda. Quest’operazione va effettuata 2 o 3 volte al giorno per 1 – 2 settimane. Attenzione, però, la cipolla cruda e il succo di cipolla non vanno applicati sulla pelle screpolata.
  4. Patata: può abbattere il prurito e l’infiammazione causata dai geloni, trattando anche le vesciche che si sviluppano in concomitanza con i geloni. Si consiglia di tagliare una patata cruda a fette spesse e di cospargere sale su di esse. Dopodiché, bisogna strofinare le fette sulla zona interessata, due volte al giorno per una settimana.
  5. Aglio: grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e antisettiche, può ridurre velocemente l’infiammazione e il prurito e favorire una guarigione rapida. L’aglio va strofinato sull’area interessata più volte al giorno per stimolare il flusso del sangue e alleviare alcuni disagi causati dai geloni.

Come prevenire i geloni?

L’azione di prevenzione dei geloni si realizza attraverso piccoli accorgimenti che, nei soggetti predisposti, potrebbero limitare l’insorgere del disturbo. Prima di tutto si devono evitare eccessive esposizioni al freddo, e ci si deve preoccupare in ogni caso di coprire e proteggere tutto il corpo con guanti, cuffie, vestiti e calzature termiche.

I soggetti predisposti inoltre, per migliorare il processo di vascolarizzazione, dovrebbero evitare fumo e alcol, dovrebbero seguire un’alimentazione sana e svolgere una regolare attività motoria. Infine, per prevenire lo sviluppo di lesioni, è sempre meglio idratare la pelle continuamente attraverso l’utilizzo di creme e pomate idratanti.

Quali altri rimedi esistono per prevenire i geloni?

Bisogna mangiare alimenti ricchi di vitamine. Il betacarotene, per esempio, contenuto nelle carote, negli spinaci e nel cavolo, aiuta la pelle a mantenere elasticità e tono. La vitamina E, di cui sono ricchi spinaci e carote, è utile per guarire dagli arrossamenti. Pure la vitamina C, che si trova in grande quantità negli agrumi, nei cavoli e nei broccoli, serve per mantenere elastiche le pareti dei vasi sanguigni. L’ananas si rivela una preziosa fonte di antinfiammatorio naturale chiamato bromelina. Infine, sono ottimi i flavonoidi, sostanze presenti in more e mirtilli, che hanno la capacità di migliorare la circolazione dei piccoli vasi sanguigni. Anche il pesce, ricco di grassi “buoni” Omega 3 che aiutano anche a migliorare la circolazione sanguigna, è un alimento che non deve mai mancare nella dieta di coloro che soffrono di geloni.