Nuovo Dpcm spostamenti tra regioni, le eccezioni al vaglio

280

Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, la soluzione verso la quale tende il governo al momento è quella di permettere di spostarsi solo tra le regioni in fascia gialla. Una misura necessaria per evitare che si ripeta quanto è accaduto durante l’estate, che ha forse gettato i semi di questa seconda ondata.

Tra i ministri c’è chi però invoca un allentamento ulteriore soprattutto nel periodo appena precedente le festività. Non è un segreto, infatti, che molte persone vivono in regioni diverse da quella della propria famiglia, con cui vorrebbero ricongiungersi per festeggiare il Natale in un anno difficile.

Spostamenti tra regioni, le eccezioni al vaglio

Tra le eccezioni che potrebbero essere previste per alleggerire i divieti di spostamenti tra regioni in zona rossa e arancione, si valuta il ricongiungimento familiare per i parenti stretti: come riporta il Corriere della Sera, però, vale solo per genitori e figli, coniugi, partner conviventi anche se non sono residenti o domiciliati in quel luogo. Resterà quasi certamente in vigore il divieto di organizzare feste e cene in locali pubblici, e sarà fortemente raccomandato incontrarsi solo con poche persone a casa, sempre rispettando le misure.

Grande attesa dunque per la data del 27 novembre, quando il ministro della Salute Roberto Speranza firmerà le ordinanze che assegneranno le regioni nella propria fascia di rischio in base ai dati del monitoraggio. Secondo quanto si apprende, Lombardia e Piemonte potrebbero passare in fascia arancione e anche altre regioni potrebbero cambiare zona.