Reddito di Emergenza: da oggi 10 novembre nuova domanda INPS

282

Con il decreto Ristori bis il Governo ha deciso di rifinanziare il contributo a fondo perduto destinato alle attività costrette a chiudere dopo l’approvazione delle ultime misure anti-Covid. Aiuti mirati e più celeri arriveranno direttamente sui conti correnti degli imprenditori e le partite Iva più colpite dallo stop deciso con il Dpcm 3 novembre.

Il Rem è stata una misura messa in campo dall’inizio dell’emergenza Covid e pensata per le famiglie che non hanno accesso alle altre forme di sostegno e ristoro previste dai vari decreti varati nel 2020. Si tratta di uno strumento simile al Rdc ma con criteri meno restrittivi come segnalato recentemente anche da Bankitalia.

Potranno presentare la nuova domanda esclusivamente i nuclei che non hanno mai ottenuto il beneficio in precedenza (perché non hanno presentato la domanda o perché non è stato loro riconosciuto il beneficio) e i nuclei che hanno ottenuto solo il primo Rem (quello introdotto dal dl rilancio) e non anche il secondo (quello previsto dal decreto agosto).

Il decreto prevede anche una nuova tranche per il Reddito di Emergenza, le cui modalità sono le stesse già previste per quelle dei mesi scorsi: procedura online tramite credenziali, oppure patronati. Si tratta di due nuove mensilità di REm, relative a novembre e dicembre, previste dall’articolo 14 del decreto 137/2020. Da oggi martedì 10 novembre è possibile presentare la domanda all’INPS.

Beneficiari
Spettano a nuclei familiari in difficoltà a causa del Coronavirus, con i seguenti requisiti:

  • valore del reddito familiare, nel mese di settembre 2020, inferiore a una soglia pari all’ammontare del REM (che può andare da 400 a 800 euro, a seconda delle diverse tipologie di aventi diritto).
  • ISEE fino a 15mila euro,
  • residenza in Italia,
  • patrimonio mobiliare familiare 2019 inferiore a 10mila euro, accresciuta di 5mila euro per ogni componente successivo al primo, fino a un massimo di 20mila euro.

Il beneficio non è previsto nel caso in cui nel nucleo familiare sia presente un lavoratore destinatario di nuove indennità Covid previste per i lavoratori stagionali e per altre specifiche categorie dall’articolo 15 del dl Ristori.

Chi deve presentare domanda
Attenzione: coloro che sono già beneficiari della quota di REm prevista dal decreto agosto (articolo 23 del dl 104/2020), non hanno necessità di presentare questa nuova domanda. Hanno automaticamente diritto alle due nuove mensilità, che verranno versate direttamente dall’INPS. Devono invece presentare la nuova domanda, utilizzando la nuova procedura operativa a partire dal 10 novembre, i nuclei familiari che si trovano in possesso di tutti i requisiti sopra descritti, e:

  • non hanno mai ottenuto il beneficio in precedenza (perché non hanno presentato la domanda o perché non è stato loro riconosciuto il beneficio);
  • hanno ottenuto solo il primo REm (quello introdotto dal decreto Rilancio, dl 34/2020) e non anche il secondo (quello previsto dal decreto legge 104/2020