Zenzero, la spezia ideale per dimagrire in autunno

1126

La salute si costruisce a tavola. Per questo motivo uno stile alimentare corretto contribuisce a rafforzare il nostro corpo facendoci sentire più vigorosi e in salute. Una dieta varia, insieme ad un ritmo di vita equilibrato, consente di ridurre notevolmente il rischio di contrarre patologie croniche o cardiovascolari. Per correggere le proprie abitudini alimentari è utile consumare regolarmente piante o spezie con proprietà benefiche come, ad esempio, lo zenzero.

Lo zenzero è da considerarsi un valido rimedio naturale per moltissime patologie. Da sempre, infatti, in Asia è utilizzato per scopi medici e curativi.

Le proprietà principali dello zenzero si devono al suo principale nutriente: lo gingerolo, la cui azione contribuisce ad innalzare la temperatura corporea velocizzando il metabolismo e favorendo lo scioglimento dei grassi. Ciò contribuirebbe quindi a rendere lo zenzero un valido alleato nelle diete dimagranti.

Dimagrire con lo zenzero: ecco come e perché

Grazie ad uno dei suoi principali costituenti: il gingerolo, un composto chimico dalle proprietà termogeniche in quanto, grazie al suo sapore piccante, riesce ad aumentare la temperatura del corpo accelerando il metabolismo. In questo modo si facilita lo scioglimento del grasso addominale, per un effetto “brucia grassi”, soprattutto se si abbina allo zenzero una dieta equilibrata e una regolare attività fisica.

Lo zenzero è anche un ottimo spezzafame da utilizzare come spuntino: in questo modo ci aiuterà anche a digerire con maggiore facilità carboidrati e proteine, favorendo l’eliminazione dei gas intestinali per un effetto pancia piatta.

Quanto assumerne al giorno per dimagrire e come utilizzarlo

Per sfruttare al meglio le proprietà dimagranti dello zenzero è consigliabile consumarne dai 10 ai 30 grammi al giorno. Vediamo in quanti modi possiamo utilizzare lo zenzero fresco per dimagrire. Perché abbia effetto deve essere utilizzato tutti i giorni da solo o abbinato ad altri alimenti.

Decotto: il decotto di zenzero ha ottimi effetti sul metabolismo. Per prepararne una tazza utilizzate 200 ml di acqua fredda a cui aggiungere due fettine sottili di radice di zenzero. Fate bollire per 2 minuti e lasciate in infusione per circa 10 minuti, filtrate e bevete la bevanda al mattino a digiuno e nel tardo pomeriggio: l’ideale sarebbe consumarne almeno due tazze al giorno. In alternativa potete preparare il decotto con l’aggiunta di cannella e una scorza di limone durante la fase di ebollizione, altrimenti potete aggiungere del succo di limone durante l’infusione. Il decotto sarà così ancora più gustoso e gradevole da bere.

Se volete preparare anche una tisana al mattino da bere durante la giornata: portate ad ebollizione mezzo litro di acqua e aggiungeteci 6 fettine sottili di radice di zenzero e un pezzetto di cannella. Lasciate in infusione per 10 minuti, filtrate e mettete il liquido in una bottiglia, così da consumarla durante il giorno senza doverla preparare più volte. Se non avete la radice fresca potete realizzare un infuso utilizzando lo zenzero in polvere da acquistare in erboristeria. Oppure potete aggiungere lo zenzero alle vostre pietanze, grattugiato o a fettine.

Infine potete mangiare lo zenzero a pezzetti: due o tre nell’arco della giornata sono l’ideale per godere dei benefici dimagranti dello zenzero. È ideale per chi ama il gusto piccante e particolare dello zenzero ed è un ottimo spezza fame.

Lo zenzero diventa utile anche per curare disturbi allo stomaco, come la nausea ed il vomito, oltre ad essere di grande aiuto per digerire dopo un pasto troppo pesante. Le proprietà antisettiche, antivirali e antiossidanti contribuiscono inoltre a rafforzare la sua azione antinfiammatoria, alleviando il mal di gola e la tosse.

Le proprietà curative dello zenzero sono state oggetto di studio e di ricerche mediche in campo antitumorale. Diverse èquipe di ricercatori americane e asiatiche hanno collaborato per individuare gli effetti diretti dell’azione dello gingerolo sulla proliferazione delle cellule tumorali, in particolare nei casi di carcinoma del colon-retto. Ad ogni modo, abusare di questa spezia può comportare delle controindicazioni come l’insorgere di gastriti ed ulcere. In gravidanza l’uso dello zenzero è consentito, ma prestando maggiori attenzioni al dosaggio.