Covid, medici negazionisti e no vax: Ordine avvia procedimento disciplinare

100
A group of doctors with face masks talking about corona virus on conference.

L’Ordine di medici di Roma ha avviato un procedimento disciplinare nei confronti di 13 medici, rei di aver diffuso in tv e sui social media posizioni negazioniste e no vax, sostenendo che il Covid non esiste, che si tratta di un’influenza e che i vaccini in generale non servono a niente. Per dieci di loro, spiega all’ANSA il presidente Antonio Magi, il procedimento si è già concluso, mentre per gli altri tre è ancora in corso.

Magi: “Oltre 70% dei nostri medici ha aderito a campagna vaccinale”

Il presidente ha poi spiegato: ”Quasi il 70% dei nostri medici ha aderito all’invito a vaccinarsi contro il Covid. A livello scientifico le discussioni e i dubbi di alcuni non sono sulle reazioni avverse, finora in linea con quelle degli altri vaccini, quando sui tempi rapidi di sviluppo del vaccino e la durata della sua immunità”. Magi chiede però di vaccinare anche i medici privati e gli odontoiatri. “Oltre al vaccino comunque – continua – di cui non si conosce l’esatta durata dell’immunità, credo che un valido aiuto potrà arrivare anche dagli anticorpi monoclonali e la terapia con anticorpi, che darebbe immunità immediata, che si sta sperimentando nel Regno Unito”.

Una delle questioni da risolvere in tempi brevi, secondo Magi, riguarda i medici che lavorano nelle strutture private e gli odontoiatri, “che non hanno potuto aderire finora alla vaccinazione. Come Ordine abbiamo dato la nostra disponibilità alla Regione a raccogliere le loro adesioni”. Infine, Magi guarda anche ai vaccini che verranno approvati nei prossimi mesi, come quello di AstraZeneca, “che non richiedono temperature di conservazione così basse – conclude il presidente – In questo modo sarebbe più facile gestire i vaccini e somministrali anche negli studi dei medici di famiglia”.