Freddo, neve e venti forti: le previsioni meteo del weekend

187

Neve, freddo e venti di burrasca: in Italia scatta l’allarme maltempo nel weekend di Santo Stefano. Il peggioramento – iniziato già nel giorno di Natale – interessa prima il Centro-Nord, ma poi dovrebbe estendersi a gran parte del Paese.

Le previsioni del weekend di Santo Stefano

Correnti fredde settentrionali portano un repentino calo delle temperature, con nevicate fino a quote basse al Nord e successivamente anche sulle regioni del Centro-Sud. Le prime nevicate dovrebbero interessare l’Emilia-Romagna (a quote superiori ai 300-500 metri), la Toscana settentrionale (a quote superiori ai 400-600 metri) e le Marche. A Milano, intanto, si è già riunito il “tavolo neve” per parlare di una possibile abbondante nevicata che dovrebbe arrivare tra domenica 27 e lunedì 28 dicembre. Infine, si prevedono venti di burrasca o burrasca forte, dai quadranti settentrionali, su Veneto, Emilia-Romagna, Liguria, Toscana e Marche, con mareggiate sulle coste.

Le previsioni di sabato 26 dicembre

Nella giornata di Santo Stefano, il 26 dicembre, al Nord è previsto clima freddo e temperature basse ma condizioni generali di bel tempo, con il cielo che dovrebbe essere sereno su molte regioni. Venti forti al Centro. Maltempo su Marche, Abruzzo e Molise, con rovesci e neve in collina. Altrove il tempo sarà a tratti instabile. Al Sud è previsto maltempo su gran parte delle regioni, con rovesci, temporali e neve che cadrà a quote collinari su Puglia e Basilicata (altrove oltre i mille metri).

Le previsioni di domenica 27 dicembre

Domenica 27 dicembre sarà un’altra giornata di gran freddo. Al Nord dovrebbe essere una mattinata di bel tempo, anche se con clima gelido. Dal pomeriggio inizierà a peggiorare al Nordovest, con neve in pianura a sera inoltrata. Al Centro dovrebbe essere una giornata di bel tempo, con cielo poco o parzialmente nuvoloso. Ancora venti freddi e clima invernale. Tempo molto instabile al Sud, con precipitazioni a carattere sparso ma più probabili su Puglia centrale, sulla Basilicata e Sicilia settentrionale.