Italia zona rossa: il calendario del lockdown

96

Per Natale e Capodanno è ormai certo l’arrivo di nuove misure restrittive per gli spostamenti: lo ha confermato lo stesso premier Giuseppe Conte ad Accordi&Disaccordi: “Stiamo lavorando – ha annunciato – per cercare di rinforzare il piano natalizio. Faremo qualche intervento aggiuntivo”.  Il governo è ancora alla ricerca di un compromesso fra le diverse sensibilità della maggioranza per stilare le regole definitive delle festività italiane in tempo di Covid. L’ipotesi più accreditata, al momento, prevede misure diverse per i festivi, prefestivi e gli altri giorni: vediamole nel dettaglio.

Per quanto riguarda il weekend che si avvicina, quello del 19 e del 20 dicembre, non dovrebbe essere caratterizzato da limitazioni supplementari. Così, si potrà continuare a muoversi tra le regioni inserite nella zona gialla mentre l’arrivo o la partenza da aree arancioni o rosse sarà possibile per i soli residenti.

Secondo l’ipotesi più accreditata, l’Italia sarà zona rossa per Natale e Capodanno con lockdown, gialla o arancione nei giorni diversi da festivi e prefestivi. Il calendario delle misure, quindi, sarebbe così composto: stretta sul 24, 25, 26 e domenica 27 dicembre. Poi ancora 31 dicembre e 1, 2 e 3 gennaio, un sabato e una domenica. Un discorso a parte è da fare per il 6 gennaio.

Il compromesso, al momento, non prevede la chiusura fino al 6 gennaio chiesta dai rigoristi, che comprenderebbero i ministri del Pd e il ministro della Salute Roberto Speranza. Linea dura ma più moderata, invece, sarebbe la scelta del premier Giuseppe Conte e del M5S.

Il problema principale delle festività, come hanno spiegato fonti del governo, non sono tanto gli spostamenti e i “grandi esodi” delle feste, come lamentato da alcuni governatori che chiedevano un giro di vite. Il nodo principale è costituito dai “cenoni e i veglioni, è lì che si rischia davvero”.