L’ansia e la paura rendono la tua vita molto faticosa? ecco alcuni consigli

2383

La domanda è legittima: esistono tecniche efficaci per superare il disagio che ci viene da paure e dall’ansia? Sì, purché cambiamo mentalità. Quando ci vengono a trovare queste emozioni che giudichiamo spiacevoli, solitamente tentiamo di scacciarle in tutti i modi. Siamo abituati a vedere il malessere come un veleno che ci intossica e che bisogna “sputare fuori” il prima possibile. In realtà ansia e paure non sono mostri da combattere, ma sono energie profonde che nascono dall’anima che ci sta inviando per evolvere. In ognuno di noi infatti esiste una parte invisibile, uno “spazio interno” che è il vero protagonista della nostra vita emotiva al quale dobbiamo imparare ad affidarci.

Ansia e paura di perdere il controllo: la soluzione è la cedevolezza

Da questo lato nascosto si originano le sofferenze, l’ansia prende corpo le paure. Questi stati emotivi hanno la funzione di portare a maturazione il nostro sviluppo creativo. Ecco perché le tutte tecniche che trovate qui non sono finalizzate a combattere le paure ma a incontrarle, a lasciare che dispieghino la loro carica trasformativa e vitale per svanire poi spontaneamente. Occorre allora “farsele amiche” accettare la presenza dell’ansia e delle paure, conoscerle imparando a fidarsi e a non temere i “mostri” che vengono ad incontrarci: sono loro il nostro tesoro.

Paure e ansia di tutto, di morire, di impazzire: cosa fare

  • Quando arrivano ansia e paure, anche se ti sembra di perdere la testa, anche se la paura ti attanaglia, non cercare di scacciarle. Il dolore non è mai inutile e porta sempre a una trasformazione profonda e salutare, al sorgere di una nuova consapevolezza, all’affiorare di desideri nuovi, alla realizzazione di cambiamenti che ci fanno crescere. Se impari ad accogliere il disagio come fosse un’amica ti accorgerai che presto qualcosa di nuovo accadrà dentro di te.
     
  • Quando arriva il disagio, l’ansia o la paura resisti alla tentazione di reagire, di agitarti, di attivarti mentalmente. Non commentarlo, non giudicarlo e non cercarne mai le cause! Qualsiasi cosa tu faccia per scacciarlo ti porterebbe fuori strada.
     
  • Quando l’ansia ti assale cerca una posizione comoda e lascia che il brutto pensiero si presenti e si espanda. Accogli le sensazioni che arrivano, limitati a constatarle senza commenti: “Ecco ora l’ansia mi è venuta a visitare”. Cercale in punti precisi del corpo: forse nel petto trovi l’ansia, ma nella pancia è assente. Percepiscile senza dirti niente. Stai fermo e rilassato, avverti il dolore che si dilata fino a dissolversi. Poi lentamente riprendi a muoverti.