Bancomat, ecco come potrebbero cambiare le commissioni per i prelievi agli sportelli

100

Potrebbero cambiare le regole per il prelievo di contanti agli sportelli bancomat. Le commissioni per ritirare il denaro potrebbero essere decise autonomamente dalle banche proprietarie. Con il rischio di un aumento dei costi. Bancomat Spa ha proposto un cambio di modalità di remunerazione del servizio di prelievo di contante presso sportelli automatici.

Ecco come funziona oggi: si paga una commissione interbancaria di circa 50 centesimi ogni volta che si effettua un prelievo presso uno sportello di proprietà di una banca diversa da quella che ha emesso la carta. La banca che ha emesso la carta può decidere se addebitare o no il costo al proprio cliente in base all’offerta che ha sottoscritto con lui. Tuttavia negli ultimi anni sono sempre di più le banche che garantiscono la gratuità delle operazioni e dei prelievi anche presso gli sportelli di altre banche.

Ma se l’Antitrust approverà il nuovo modello di remunerazione del servizio di prelievo, forse le cose cambieranno. Bancomat Spa infatti ha proposto che ogni banca proprietaria di uno sportello automatico potrà decidere autonomamente il costo che i clienti delle altre banche dovranno sostenere per ogni prelievo. Non più una tariffa fissa dunque, ma una cifra che il cliente con carta emessa da altra banca potrà conoscere solo al momento del prelievo.

In questa direzione sarebbero favorite le banche che dispongono di molti sportelli di proprietà. Tra i più svantaggiati in questo cambiamento potrebbero invece esserci gli abitanti di piccoli Comuni dove spesso è presente un unico sportello bancario. Le proteste tuttavia arrivano anche dalle banche online e delle realtà bancarie più piccole con poche banche sul territorio.